(Sesto Potere) – Forlì – 13 luglio 2021 – Continuano gli appuntamenti del ciclo “Autori in Fabbrica”. Mercoledì 14 luglio 2021, alle ore 21.15, in Fabbrica delle Candele, è in agenda la presentazione del libro “Prendendo il volo” di Aurora Dozio. Introduce Marco Viroli, Direttore artistico Fabbrica delle Candele. L ‘ ingresso è gratuito.

Prendendo il volo copertina.jpg

“Prendendo il volo” è il romanzo del debutto di una giovanissima che con rara consapevolezza racconta l’età magica, difficile e ineguagliabile dell’adolescenza, e cioè il tempo della nostra vita durante il quale ognuno di noi è andato definendo per sempre quel che per sempre saremo: la scoperta del mondo, il nascere degli ideali e dei valori, le attese dei giorni, i sogni e le speranze che ci proiettano inesauribilmente nel futuro. Accadrà ad Emma – la protagonista sedicenne del romanzo – di scoprire che cosa siano l’amore e l’amicizia, l’invidia e il tradimento, il vero e il falso, la forza dei sentimenti e il loro misterioso e affascinante dispiegarsi, dalle attese aurorali alla piena luminosa sorprendente rivelazione: e insomma, in tanta mobile successione dei giorni, la conoscenza di sé e della propria anima, l’intuizione del proprio futuro.

Aurora Dozio, nata il 21 marzo 2003, vive a Forlì, dove studia al Liceo Classico “G.B. Morgagni”. Nel tempo libero si dedica al pianoforte, canta e fa parte di un gruppo scout, oltre ad essere membro junior del collettivo artistico Olvidados, che riunisce giovani forlivesi impegnati nella divulgazione di contenuti culturali sul territorio. Da sempre amante della letteratura, coltiva fin da piccola questa passione, tra letture e scrittura. Nel 2019 pubblica il suo primo romanzo sull’adolescenza dal titolo “Prendendo il volo”. Al momento è impegnata nella stesura del secondo libro.

“Dopo la pubblicazione di “Prendendo il volo” ho sentito il bisogno di continuare a raccontare l’adolescenza, impegnandomi in qualcosa di più grande, qualcosa che potesse dare voce alla nostra generazione. Il progetto a cui ora sto lavorando è un libro che si propone di raccogliere al suo interno interviste fatte ad adolescenti di tutta Italia, per poter raccontare le loro storie e le problematiche connesse a quest’età, quali bullismo, anoressia, depressione, autolesionismo, delusioni, violenze ecc. Ad ogni ragazzo che intervisto su Skype pongo domande ben precise sul dramma o il periodo difficile che ha superato e, successivamente, scrivo la sua storia, servendomi di metodi narrativi differenti. Lo scopo di questo progetto è innanzitutto dare la possibilità a chi ha superato un periodo buio di raccontarlo e di non scegliere più il silenzio, inoltre mi piacerebbe che, tra queste righe, tanti altri adolescenti potessero sentirsi capiti, e che leggendo le storie di “chi ce l’ha fatta” potessero trovare la forza di intravedere la luce in fondo al tunnel”: racconta la stessa autrice del libro.