Eurogruppo, pacchetto di 540 miliardi di euro per la ripresa

0
1039
parlamento europeo

(Sesto Potere) – Bruxelles – 24 aprile 2020 – L’UE fornirà ulteriore sostegno finanziario agli stati membri per proteggere i posti di lavoro e i lavoratori colpiti dalla pandemia del coronavirus.

parlamento europeo

leri i leader dell’UE del Consiglio europeo hanno valutato i progressi compiuti in merito ai diversi aspetti della risposta europea alla pandemia di Covid-19. È stata la quarta riunione in videoconferenza di questo tipo.

I leader hanno accolto con favore anche la tabella di marcia comune per la ripresa, che individua quattro settori d’intervento fondamentali: mercato unico, ingenti sforzi di investimento, azione globale dell’UE e migliore governance, e stabilisce alcuni principi importanti, quali i principi di solidarietà, coesione e convergenza.

I capi di Stato o di governo hanno approvato l’accordo raggiunto dall’Eurogruppo in merito a tre reti di sicurezza per i lavoratori, le imprese e gli enti sovrani, un pacchetto del valore di 540 miliardi di euro. Hanno chiesto che il pacchetto sia operativo entro il 1° giugno 2020.

A causa della crisi di COVID-19 molte imprese stanno affrontando difficoltà economiche e hanno dovuto sospendere temporaneamente o ridurre in modo significativo le attività e le ore di lavoro dei dipendenti.

parlamento europeo

Per sostenere i datori di lavoro e per evitare che i dipendenti e i lavoratori autonomi perdano il proprio lavoro o reddito, la Commissione europea propone – fra l’altro – un nuovo strumento temporaneo chiamato SURE (sostegno temporaneo per attenuare i rischi di disoccupazione, dall’inglese Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency) che integri gli sforzi nazionali a tutela del lavoro.

La proposta fa parte di una serie di misure dell’UE per aiutare gli stati membri a far fronte alla pandemia del coronavirus.

Nel quadro del programma SURE, l’UE garantirà assistenza finanziaria sotto forma di prestiti concessi a condizioni favorevoli ai paesi membri che ne fanno richiesta. Lo strumento aiuterà a finanziare i regimi nazionali di riduzione dell’orario lavorativo, le indennità di disoccupazione e altre misure simili a protezione dei lavoratori. Lo strumento fornirà assistenza fino a 100 miliardi di euro che saranno a disposizione degli stati membri.

Oltre allo strumento temporaneo SURE pensato nello specifico per far fronte alle conseguenze della pandemia, la Commissione europea sta lavorando alla proposta di un nuovo regime europeo di riassicurazione contro la disoccupazione per proteggere i lavoratori che perdono il lavoro a causa delle ripercussioni economiche delle emergenze.

L’obiettivo del futuro regime di riassicurazione contro la disoccupazione è quello di ridurre la pressione sulle finanze pubbliche degli stati membri, attraverso il sostegno alle misure nazionali che tutelano i posti di lavoro e le competenze e facilitano il ritorno al lavoro. La Commissione europea dovrebbe presentare una proposta entro la fine dell’anno.

Lo strumento SURE entrerà in vigore non appena la proposta sarà approvata dal Consiglio europeo.

Leggi tutte le misure prese dall’UE per frenare la pandemia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here