Esselunga, Mezzacapo: “Mi si registri pure, non ho nulla da nascondere”

0
472
Mezzacapo

(Sesto Potere) – Forlì – 2 luglio 2020 – Dopo che Il Fatto Quotidiano ha pubblicato stralci di una registrazione audio di Daniele Mezzacapo , estrapolata da una riunione svoltasi a porte chiuse della sezione del Carroccio di Forlì del 22 maggio scorso, si registra la replica dello stesso vicesindaco ed esponente locale della Lega che – contattato dai due giornali locali, Resto del Carlino di Forlì e Corriere di Romagna – prova a smorzare i toni della polemica accesa soprattutto a sinistra, con gli interventi di Pd e Forlì e Co..

il vicesindaco Mezzacapo

“Non mi spaventa alcuna registrazione, fatta, penso, per invidia. L’autore? Non ho sospetti”: ha detto Mezzacapo al Carlino. “Mi si registri pure ogni volta che si vuole, non mi spaventa, non ho colpe, sono sereno e senza nulla da nascondere. Era una riunione di sezione , come quelle che facciamo ogni due settimane, con 20 persone convocate proprio per fare chiarezza su un progetto presentato tre giorni prima in commissione e che subito aveva ingenerato un meccanismo informativo distorto. In 90 minuti il discorso è stato molto più articolato, in realtà”: ha spiegato al Corriere di Forlì.

Poi, in merito ad Esselunga, Mezzacapo ha detto al Carlino: “Io i rappresentati di Esselunga non li ho mai incontrati , mentre ho incontrato, presenti, i tecnici comunali, il soggetto proponente, cioè Omnia srl”. Al Corriere il vicesindaco ha spiegato di non avere mai pensato a varianti ad hoc: “Siamo imparziali e ascoltiamo tutti, l’ho fatto anche nei giorni scorsi con Conad che ci ha illustrato un nuovo e bel progetto”.

esselunga superstore ph d’archivio

“Trattiamo tutti allo stesso modo. Ho parlato con Coop, Conad, Despar, Lidl. Se ci sono progetti che possono portare soldi e lavoro a Forlì, sono tutti uguali. Facciamo le cose se c’è l’interesse pubblico”: ha ribadito al Carlino.

E la frase sulla “Conad “cassaforte del Pd” contenuta nella registrazione audio pubblicata da Il fatto Quotidiano? Mezzacapo la giustifica così: “Non ci siamo messi contro di lei, definirla così sta nella dialettica politica, non intendevo essere offensivo”: ha detto il vicesindaco al Corriere. Un pensiero ribadito al Carlino: “Un modo di dire che non voleva essere offensivo”.

Resta il “giallo” della registrazione audio. Chi è l’autore? “Non so chi sia… Chi lo ha fatto sarà invidioso dei complimenti , del consenso e del cambiamento che stiamo attuando”: ha spiegato Mezzacapo al Corriere di Romagna edizione di Forlì.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here