Esenzione Cosap, Centrodestra: consiglio comunale Forlì approva senza voto Pd

0
199
consiglieri lega

(Sesto Potere) – Forlì, 27 luglio. “Prendiamo atto che per il Partito Democratico l’esenzione dal pagamento del canone di occupazione spazi ed aree pubbliche (COSAP) per chioschi destinati alla vendita di alimenti, bevande, giornali e fiori non è una priorità né tantomeno un provvedimento di rilevanza tale da essere votato.”: lo affermano in una nota congiunta i capigruppo di maggioranza della Lega, Massimiliano Pompignoli, di Forza Italia, Lauro Biondi, e della Lista Civica Forlì Cambia, Elio Dogheria, e Marco Catalano del Gruppo Misto/Fratelli d’Italia riferendosi alla proposta di Giunta appena approvata in consiglio comunale, senza il voto del Partito Democratico.

consiglieri lega

“L’assurdità della loro decisione tradisce la loro ottusità. Quella dell’Amministrazione è una delibera di buon senso, assolutamente condivisibile perché volta a stimolare la ripresa economica, introducendo misure agevolative atte a ridurre la pressione fiscale locale con riferimento alle concessioni permanenti di suolo pubblico realizzate con chioschi di varia natura. Il fatto che il Partito Democratico – ribattezzato Partito delle tasse – non l’abbia votata adducendo motivazioni del tutto sterili e pretestuose, conferma la natura profondamente contestatrice di questa minoranza che polemizza a prescindere ogniqualvolta viene interpellata, facendosi beffe del bene comune e della crisi che ha investito anche il nostro territorio”: aggiungono i capigruppo del centrodestra.

“Come maggioranza invece, non possiamo che approvare senza esitazioni il provvedimento di questa Amministrazione il cui riflesso sul nostro tessuto economico non può che essere di incoraggiamento per futuri investimenti. Spiace dover constatare che per il capogruppo Alemani tutti questi ragionamenti non siano di suo gradimento e che, ancora una volta, a prevalere sia la sua identità politica piuttosto che il senso di responsabilità verso la sua città.”: conclude la nota di Pompignoli, Biondi, Dogheria e Marco Catalano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here