Escursione con infortunio per il sindaco Garbuglia, operata in ospedale a Bressanone

0
386

(Sesto Potere) – San Mauro – 18 agosto 2020 – Infortunio per il sindaco di San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia, che nel corso di un’escursione al Sassolungo, in Val Gardena, nel cuore delle Dolomiti , in Alto Adige, per aver messo un piede in fallo, ieri, s’è procurata accidentalmente la frattura della tibia, con malleolo compromesso e perone rotto.

E’ la stessa Luciana Garbuglia a raccontare l’accaduto, con tanto di foto (qui nell’articolo) nella sua pagina Facebook.

Sono partita con gli amici, di buon ora, per il Passo Sella, perché si temeva traffico, erano 8 gradi, nuvole alte, qualche dubbio se salire, poi senza indugio si va al Demez, giù verso il rifugio Vicenza val Gardena in Alto Adige dove siamo accolti da raggi di sole e dalla bellezza delle azalee selvatiche, si prosegue per il giro del Sassolungo, sorpresi dalla grandine , che dura poco e torna il sereno. Si prosegue fino al ghiacciaio, lo superiamo e arriviamo ad una spettacolare cascatella, finalmente la parte più facile! Si arriva ai prati, mucche al pascolo , ma sul terreno ci sono insidiose roccette affioranti, il rifugio Comici a dieci minuti, incomincia a piovere. Un passo falso, scivolo su un sasso e sento, prima del dolore, un suono secco, è la mia tibia che si è spezzata”: scrive Luciana Garbuglia.

La sindaca racconta che sono stati immediatamente chiamati i soccorsi e sul posto s’è portata una squadra del Soccorso alpino.

“Pensavano di portarmi con la barella al vicino rifugio, ma appena vista la mia stazza hanno chiamato l’ elicottero. Per fortuna il verricello non si è intimorito”: ironizza un po’ Luciana Garbuglia.

la sindaca è stata portata in 7 minuti all’ ospedale di Bressanone,  in provincia di Bolzano.

“In due ore hanno fatto la diagnosi e deciso di operarmi d’ urgenza per mettere un ferro dentro alla tibia spezzata, con malleolo compromesso, e perone rotto! Manco fossi caduta dal terzo piano! Purtroppo le sale operatorie erano tutte occupate e ho dovuto aspettare oggi. Personale medico e infermieristico competente e accogliente. Per la prevenzione Covid nessuno dei familiari può entrare in ospedale. Si è soli di fronte alla sofferenza, senza il conforto di nessuno, e il personale fa la differenza”: commenta Luciana Garbuglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here