(Sesto Potere) – Bologna – 26 settembre 2022 – Si profila una clamorosa vittoria del Centrodestra nelle sfide all’uninominale di Camera e Senato in Emilia-Romagna, storica regione “rossa”.

Verso l’elezione a Palazzo Madama per il centrodestra: la leghista Elena Murelli a Parma e Piacenza; lo storico esponente di Fratelli d’Italia, senatore uscente Alberto Balboni è in vantaggio a Ravenna e Ferrara; la vicesindaco di Brisighella, anche lei di Fratelli d’Italia, Marta Farolfi, vince a Forlì-Cesena e Rimini.

Merola

A Palazzo Montecitorio la spuntano vincono: Tommaso Foti (Fratelli d’Italia), Laura Cavandoli (Lega) Daniela Dondi (Fratelli d’Italia), Alice Buonguerri (FdI), Mauro Malaguti (Fratelli d’Italia), Gloria Saccani (Forza Italia) e Jacopo Morrone (Lega).

Al Senato il centrosinistra ottiene l’elezione di: Pier Ferdinando Casini (a Bologna, che nella sfida a due batte Vittorio Sgarbi) e Vincenza Rando (a Modena).
Alla Camera per il centrosinistra all’uninominale sono eletti: l’ex sindaca di Correggio Ilenia Malavasi (Reggio Emilia), il leader dei Verdi Angelo Bonelli (a Imola), l’ex sindaco Virgino Merola (a Bologna) e Andrea De Maria (Carpi).

Quanto agli eletti nei listini proporzionali: manca ancora il dato ufficiale, ma già si elencano i nomi di: Sandra Zampa e Graziano Delrio esponenti del Pd nel centrosinistra al Senato e Marco Lisei, di Fratelli d’Italia. Sul filo Matteo Richetti (esponente di Azione per Calenda). Alla Camera molto probabile nelle fila del centrosinistra l’elezione dell’ex sindaco di Rimini Andrea Gnassi e della vicepresidente della Regione Emilia-Romagna (e indipendente Pd) Elly Schlein.

Morrone
Farolfi