Elezioni in 1.179 Comuni, 570 nelle regioni a statuto speciale

0
1634

(Sesto Potere) – Roma – 19 settembre 2020 – Il voto per le amministrative chiamerà alle urne i cittadini in 3 capoluoghi di regione (Aosta, Trento e Venezia) e 15 di provincia (Mantova, Lecco, Bolzano, Arezzo, Macerata, Fermo, Chieti, Andria, Trani, Matera, Crotone, Reggio di Calabria, Agrigento, Enna e Nuoro).
Il comune più piccolo alle elezioni è Briga Alta (CN), che conta solo 42 abitanti al 31 dicembre 2019, data dell’ultimo bilancio demografico annuale Istat.

elezioni comunali

Sono state rinviate le elezioni per i comuni di Bondone (TN), Caravino (TO), Cenadi (CZ), Lozzo di Cadore (BL), San Lorenzo (RC) e Terragnolo (TN) per la mancata presentazione di liste di candidati.

Saranno in tutto 6.849.493 gli elettori in 1.179 comuni, questi ultimi suddivisi in 155 superiori, ovvero con più di 15.000 abitanti (in provincia di Trento quelli con più di 3.000 abitanti), e 1.024 inferiori.

Nelle regioni a statuto ordinario, il 20 e 21 settembre, si voterà in 609 comuni (di cui 50 sciolti dopo il 24 febbraio). Si recheranno alle urne 4.685.706 elettori.

Sono tre, invece, le date fissate per l’appuntamento elettorale nei comuni (in tutto 570) delle regioni a statuto speciale: il 20 e 21 settembre si voterà in Valle D’Aosta, Trentino-Alto Adige, Friuli Venezia Giulia; il 4 e 5 ottobre in Sicilia; il 25 e 26 ottobre in Sardegna.

Qui, saranno 2.163.787 gli elettori chiamati alle urne. Si voterà in 570 comuni suddivisi in: 59 “superiori”, 511 “inferiori”.

E’ la fotografia scattata da Eligendo Una sintesi sul numero dei comuni interessati al voto e corpo elettorale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here