(Sesto Potere) – Forlì – 15 settembre 2022 – Il Siulp-Sindacato italiano unitario lavoratori polizia, segreteria provinciale di Forlì-Cesena, ha diffuso oggi una lettera aperta indirizzata ai candidati ed alle candidate al parlamento in vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre.

“Nel merito è doveroso evidenziare come la trattazione del delicato tema della sicurezza – sempre più spesso – trovi puntuale attualizzazione in occasione della campagna elettorale già divenuta incandescente proprio su questo terreno e sul quale il Siulp lavora tutto l’anno proprio per evidenziare le molteplici difficoltà in cui versa la categoria dei cittadini in divisa. Fedeli quindi alla nostra tradizione di
equidistanza dagli interessi di parte, sentiamo la necessità ed il dovere, di stimolare ancora di più a discutere pubblicamente e dinanzi alle cittadine ed i cittadini, le cadenze argomentative che scandiscono Agenda sicurezza del Siulp”: è scritto nella lettera aperta firmata questa mattina dalla segreteria provinciale del Siulp di Forlì-Cesena.

A seguire pubblichiamo l’Agenda sicurezza presentata dal Siulp di Forlì-Cesena e inviata ai candidati parlamentari del nostro territorio.

Nel dettaglio l’elenco delle priorità – dieci punti esatti – indicate dal sindacato di polizia ai candidati a Camera e Senato.
Ovvero: “Sollecitare l’arrivo di nuovi agenti presso la questura di Forlì e il commissariato di cesena, entrambi ampiamente sotto organico. Reintegrare al più presto i poliziotti distolti dal controllo del territorio e da altri uffici essenziali della questura e commissariato, trasferiti in aeroporto per l’apertura dell’ufficio di polizia e mai sostituiti dal dipartimento. Programmare sanzioni certe ed immediate per arrestare le aggressioni al personale in uniforme ed helping professions. Avviare un immediato intervento per costruzione nuova questura e sezione di polizia stradale. Sì alle politiche abitative a favore dei poliziotti e dignità degli alloggi di servizio. Prevedere lo stanziamento, nella prossima legge di stabilità, di adeguati fondi per il rinnovo del contratto del comparto sicurezza, scaduto il 31 dicembre 2021. Detassare gli straordinari ed i compensi accessori. Garantire la tutela sanitaria e l’ampliamento delle condizioni di tutela legale. Avviare l’adeguamento di mezzi e dotazioni delle forze dell’ordine. Garantire la salubrità e la sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Il Siulp di Forlì-Cesena si dice disponibile “sin da subito” e “nelle modalità che i candidati riterranno più opportune”, anche compatibilmente agli impegni elettorali prefissati “ad avviare un confronto” che si vuole “costruttivo e propositivo”, volto ad approfondire i punti sintetizzati in questo documento, fiducioso – il sindacato della polizia – che nel bagaglio delle varie proposte avanzate a partiti e movimenti possano trovare recepimento molti dei punti di questa Agenda sicurezza.