(Sesto Potere) – Forlì- 18 settembre- “Pochi giorni fa, il gruppo Fridays For Future, nato per smuovere le coscienze sul problema dell’emergenza climatica, ha organizzato nel salone comunale di Forlì un evento di confronto, invitando tutte le liste che si presentano alle elezioni del prossimo weekend. In quella occasione, alla quale sono stata onorata di partecipare insieme al nostro capolista, tutto lo schieramento di destra era assente”: a evidenziarlo è Cristina Mengozzi, (nella foto in alto) co portavoce di Europa Verde Forlì Cesena e candidata alla Camera per Alleanza Verdi e Sinistra.

“Non stupisce l’assenza, visto che negano il problema e fiancheggiano veri e propri nemici del Pianeta come Bolsonaro, Trump ed Orban, il cui vice ha addirittura attaccato personalmente la giovane attivista svedese. Due giorni dopo, a causa dell’evento tragico nelle Marche, anche i partiti più retrogradi si sono svegliati e piangono le consuete lacrime di coccodrillo. Il problema però va affrontato seriamente”: aggiunge Cristina Mengozzi.

“In primis, contrastando il riscaldamento che ci sta portando al punto di non ritorno ed in secondo luogo mettendo davvero in sicurezza il territorio. Finché non capiremo che il vero investimento per il futuro è rappresentato innanzitutto da: la transizione energetica e il superamento delle fonti fossili, una corretta gestione dell’ambiente e del territorio sia in termini di programmazione che di messa in sicurezza, saremo costretti ad assistere ad eventi sempre più tragici e frequenti”: continua la candidata alla Camera per Alleanza Verdi e Sinistra. 

“Questa sfida si vince solo insieme agli altri Paesi del mondo, ma in Italia dobbiamo in primo luogo cogliere l’occasione dei prossimi 5 anni, che saranno determinanti: il prossimo Governo deve mettere in primo piano questa emergenza e l’unico modo per farlo è che i cittadini votino chi nel proprio programma lo ha messo al primo punto.”: afferma Cristina Mengozzi.

“L’Italian climate network ha indicato il programma della lista Alleanza Verdi Sinistra come il migliore sul tema, valutando centralità, ambizione, equità ed altri parametri fondamentali. E’ una opportunità per il nostro Paese, che potrebbe fare da guida e cambiare direzione, dopo le conseguenze subite dall’inazione: ogni ritardo inesorabilmente presenterà un conto salatissimo, in termini di vita e di costi sociali ed economici. La responsabilità è in mano ai cittadini, che devono scegliere con un occhio rivolto al futuro delle nuove generazioni ed auspichiamo la più ampia partecipazione allo sciopero per il clima del 23 Settembre organizzato dai movimenti, come preludio ad un voto consapevole”: conclude il suo intervento la co portavoce di Europa Verde Forlì Cesena e candidata alla Camera per Alleanza Verdi e Sinistra.