(Sesto Potere) – Cesenatico – 29 settembre 2021 – “Senza la giusta visione strategica e gli adeguati strumenti di programmazione, Cesenatico è destinata a rimanere ferma al palo: noi vogliamo consentire a famiglie e imprese di poter crescere sul territorio, attirando anche nuovi investimenti capaci di portare ricchezza e lavoro. Mentre l’amministrazione di sinistra del sindaco Matteo Gozzoli ha voltato le spalle ai cittadini, ha tradito la fiducia di chi voleva costruire il proprio futuro a Cesenatico”. Lo sottolinea Emilio Zarrelli, portavoce e capolista di Fratelli d’Italia alle elezioni amministrative.

“La vicenda del Pug non può e non deve rimanere una questione per addetti ai lavori – prosegue l’esponente di FdI – Le scelte urbanistiche sbagliate della sinistra si ripercuotono su tante famiglie che avevano acquistato terreni edificabili, pagando l’Imu, per esempio con l’obiettivo di costruire una casa per i figli, mentre ora si trovano con terra agricola senza più la possibilità di edificare. Il Comune non può intervenire in questo modo sulla vita e sul futuro delle persone: gente che ha investito, e pagato le relative imposte, ora si trova con un pugno di mosche in mano. Il Pug è uno strumento restrittivo, che non permette nemmeno alle aziende di costruire e svilupparsi: così si mette a repentaglio soprattutto la tenuta del forese, togliendo a queste zone la legittima opportunità di crescere. Noi ci opponiamo a questa visione così miope: leviamo l’ancora e diamo la possibilità di investire anche nelle frazioni di Cesenatico. Il Pug, così com’è, rende praticamente impossibile il recupero di aree in degrado come le colonie”.

La coalizione che sostiene il candidato sindaco Roberto Buda spinge sulla possibilità di realizzare i Condhotel a Cesenatico. “E’ l’unico strumento che ci può consentire di intervenire su queste strutture, portando investimenti e riqualificando l’area di Ponente – insiste Zarrelli – Senza Condhotel nessuno investirà nel recupero di questi edifici, che resteranno prigionieri del degrado ancora per tanti anni. Ci impegneremo anche nel rifacimento della Vena Mazzarini, per una nuova offerta turistica fatta di house boat e locali dalla concezione innovativa, mettendo a disposizione dei turisti un qualche cosa di unico, che possa rafforzare l’identità di Cesenatico e contribuire al rilancio del comparto turistico”.

E poi riprende il capolista di Fratelli d’Italia: “Negli incontri fatti sul territorio i cesenaticensi ci chiedono a gran voce una città più sicura: più forze dell’ordine e più controlli per poter vivere e lavorare in serenità. Come dargli torto, la cronaca ci consegna uno scenario tutt’altro che tranquillo, è ora di smetterla di sottovalutare il problema sicurezza come da sempre fa la sinistra. Con noi la famiglia tornerà protagonista delle politiche comunali – conclude Emilio Zarrelli – attraverso una rinnovata attenzione e gli adeguati strumenti di sostegno”.