(Sesto Potere) – Castrocaro – 7 giugno 2022 – Riccardo Merendi, candidato consigliere comunale per la lista “Noi di Castrocaro-Turchi Sindaco”, (nella foto in alto), si sofferma su un progetto, in particolare, del programma, che informa di essersi sentito di “ispirare e caldeggiare”. Si tratta del recupero e della trasformazione sul modello “Cohousing scandinavo” del Residence di via Samori, consuetudinariamente chiamato Agorà.

“La coabitazione solidale è uno stile di abitazione collaborativo che cerca di superare l’emarginazione contemporanea dell’individuo nel quartiere, in cui nessuno conosce bene il suo vicino e dove non si trova nessun senso di comunità. I cohousing sono composti da abitazioni private corredate da spazi e servizi comuni, progettati e realizzati, fin dalla concezione del progetto, dai loro futuri abitanti.  Può interessare e coinvolgere condomini di tutte le fasce d’età”: elenca Riccardo Merendi.

“Solitamente le caratteristiche della comunità cohousing sono: un equilibrio tra il privato e il sociale, un ambiente sicuro e accogliente per i bambini, uno stile di vita pratica e spontanea, una comunità inter-generazionale, un disegno e una costruzione ambientale che dà priorità al pedone e all’uso dello spazio aperto. Nel rispetto della privacy di ciascuno, in Cohousing si possono condividere moltissimi spazi e servizi, risparmiando risorse e ripartendone i costi. Questo è il valore aggiunto della coabitazione, che creando una estesa rete sociale-solidale, semplifica la vita quotidiana nella condivisione”: aggiunge Merendi che così propone di: “Trasformare quella zona nel salotto bello e solidale di Castrocaro”.