(Sesto Potere) – Forlì – 13 settembre 2022 – “Già mesi prima della crisi di governo, erano moltissime le cittadine e i cittadini italiani a sentirsi ignorati dalla politica. La crisi energetica scatenata dalla guerra in Ucraina ha infatti messo milioni di persone in condizione di non poter pagare le bollette o il carburante per spostarsi, accentuando una condizione di povertà che ormai colpisce quasi 6 milioni di italiani. Nessuno dei principali partiti italiani ha avuto la volontà di proporre misure strutturali in grado di aiutare questa larga fetta di popolazione a sollevarsi. Così come non sono stati proposti provvedimenti seri per affrontare il problema della siccità ed aiutare coloro che ne sono più colpiti, come gli agricoltori. Come mai prima d’ora, la convergenza tra la “fine del mondo” e la “fine del mese” è lampante. Per non parlare dei giovani, sempre più esclusi dal dibattito politico e il cui grido per chiedere azioni concrete contro la crisi climatica rimane tuttora inascoltato. Per tali ragioni abbiamo invitato i candidati alle elezioni del 25 settembre della nostra circoscrizione, a scendere in campo e partecipare a un dibattito pubblico che tratti di emergenza climatica”: spiega Fridays For Future Forlì in una nota.

Dibattito pubblico che è stato già programmato per mercoledì 14 settembre alle ore 16:30 nel Salone Comunale di Forlì.

“Che cosa proponete per risolvere l’urgenza più grande del nostro tempo? Quali misure vi impegnerete a sostenere ed approvare? A cosa siete disposti per garantire a noi giovani un futuro vivibile?”: saranno le domande alle quali i candidati dovranno rispondere.

L’evento di mercoledì unisce, inoltre, i due grandi temi del percorso che Fridays for Future Forlì ha avviato qualche settimana fa assieme a tante altre realtà del territorio: partecipazione attiva al voto ed “elezioni climatiche”.

“Vorremmo che tutti i cittadini, specialmente i più giovani, capiscano l’importanza del diritto al voto e lo esercitino in maniera attiva, senza girarsi dall’altra parte. Come abbiamo più volte sottolineato, queste per noi sono elezioni climatiche. Come risulta chiaro anche dalla nostra agenda climatica, l’ambiente e il clima sono il punto nevralgico intorno al quale migliorare la nostra società, declinandovi lavoro, energia, istruzione, welfare, mobilità. Solo se la politica metterà l’ambiente e il clima al centro della sua azione, porterà benessere ai cittadini del presente, garantendo un pianeta vivibile a quelli del futuro. Questo vale sia per il Paese che per la nostra città.”: afferma ancora Fridays For Future Forlì.

I partiti che hanno confermato la presenza di uno o più candidati all’evento di mercoledì 14 settembre sono: Verdi/Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle, Unione Popolare, Italexit, Lega, Vita, Azione/Italiaviva, Alternativa per l’Italia. Un elenco aggiornato alle ore 12 di ieri.