(Sesto Potere) – Roma – 4 gennaio 2022 – Il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, ha convocato il Parlamento in seduta comune, con la partecipazione dei delegati regionali, lunedì 24 gennaio, alle ore 15, per eleggere il presidente della Repubblica.

L’avviso sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di oggi.

Nella sua pagina Facebook Roberto Fico (nella foto in alto) ha spiegato: “Ho convocato il Parlamento in seduta comune per l’elezione del Presidente della Repubblica il 24 gennaio alle ore 15. L’avviso sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di oggi. Come da prassi, questa mattina ho inviato la comunicazione ai presidenti dei Consigli regionali, che dovranno scegliere i propri delegati, e al presidente Mattarella. Nelle prossime due settimane, all’attività ordinaria della Camera si affiancherà quella di preparazione al voto. Siamo al lavoro insieme al collegio dei questori per definire l’organizzazione e le misure per garantire la piena operatività e sicurezza del voto”.

La procedura per l’elezione del Capo dello Stato, il tredicesimo dalla nascita della Repubblica, prevede tre votazioni con la maggioranza dei due terzi e le seguenti votazioni a maggioranza assoluta, tutte rigorosamente a scrutinio segreto.

Il primo Presidente della Repubblica fu Enrico De Nicola, eletto (al primo scrutinio) il 28 giugno 1946 dall’Assemblea Costituente come capo provvisorio dello Stato; con l’entrata in vigore della Costituzione (1948) assunse il titolo e le funzioni di Presidente, risultando, quindi, l’unico ad essere entrato in carica ‘di diritto’.

Il primo presidente eletto secondo le modalità previste dalla Costituzione fu Luigi Einaudi.

Il presidente eletto con il più ampio margine fu Sandro Pertini , nella foto a lato, che, nel 1978, raggiunse l’82,3% dei consensi (832 voti su 1011).