(Sesto Potere) – Forlì – 8 marzo 2021 – “Posso promettere solo ciò che sono in grado di mantenere, quindi non posso assicurare da parte mia la risoluzione del problema giustamente segnalato da Cna Valle Savio. Tuttavia assicuro all’organizzazione così come a tutti i soggetti coinvolti e penalizzati dalla chiusura dell’E45 per il caso del viadotto Puleto, che continuerò a battermi come ho fatto finora per vedere riconosciuto ciò che è giusto assegnare a chi ha subito gravi contraccolpi da quella chiusura”.

Lo afferma in una nota il deputato Marco Di Maio, che già nelle settimane scorse si era reso protagonista di un emendamento teso a sbloccare le risorse già stanziate e assegnate – tramite INPS – alle singole regioni per risarcire chi ha subito penalizzazioni economiche come conseguenza della chiusura. Emendamento bocciato dalla Ragioneria generale dello Stato”.

“La specificità della situazione dell’Alta valle del Savio – continua Marco Di Maio – merita sicuramente un’attenzione particolare. Per questo mi rendo disponibile a collaborare non solo con le istituzioni nazionale e, se lo vorranno, anche con i colleghi degli altri gruppi parlamentari, ma anche con la Regione e tutte le amministrazioni pubbliche interessate. Serve un grande lavoro di squadra che, nello spirito repubblicano che deve animare l’impegno di questa fase pandemica, richiede anche che vengano messe da parte le casacche dei singoli partiti”: conclude il deputato di Italia Viva