Due nuovi ecografi in dono al Franchini

0
166

(Sesto Potere) – Santarcangelo di Romagna (Rimini)- 4 marzo 2021 – Consegnati ufficialmente ieri all’ospedale Franchini di Santarcangelo di Romagna due nuovi ecografi, del valore di 35mila euro, acquistati grazie alla raccolta fondi promossa dall’Associazione “Paolo Onofri” insieme all’Amministrazione comunale di Santarcangelo a sostegno dell’ospedale.

Presenti alla consegna, la Sindaca del Comune di Santarcangelo Alice Parma, il Presidente dell’Associazione Santarcangiolese “Paolo Onofri” Giorgio Ioli la direttrice dell’Ospedale Infermi Francesca Raggi, il direttore dell’Unità Operativa di Medicina Interna Luca Morolli, il direttore dell’Unità Operativa Post Acuti Manuela Solaroli e la responsabile del Fundraising aziendale Elisabetta Montesi.

Nel dettaglio, la donazione ha consentito l’acquisto di un Ecografo carrellato dotato di sonda convess e di sonda lineare e di una stampante, del valore di 31.000 euro, che è stato devoluto all’ambulatorio ecografico dell’U.O. di Medicina dell’Ospedale di Santarcangelo diretto dal dottor Luca Morolli. Grazie alle due sonde di alta qualità la nuova attrezzatura consente la copertura di una vasta gamma di esami, incluso l’imaging addominale, muscoloscheletrico, vascolare, small parts, urologico. È dotato di Touch Control zoom, ingrandimento e freeze delle immagini con un semplice tocco.

Ospedale Franchini di Santarcangelo

La seconda attrezzatura, una sonda ecografica wireless e portatile, del valore 4.000 euro, è stata invece donata all’U.O. Post Acuti dell’Ospedale di Santarcangelo diretta dalla dottoressa Manuela Solaroli. E’ l’ecografo più piccolo, leggero e versatile attualmente in commercio. Le sonde ecografiche wireless sono portatili, tascabili, e si interfacciano con tablet, smartphone o PC in modalità wireless, essendo compatibili con i diversi sistemi operativi. Tale sonda ecografica permette pertanto di operare in modo più agevole e semplificato, consentendo una diagnosi tempestiva direttamente al letto del paziente.

“Il mio ringraziamento più sentito va all’associazione Paolo Onofri, che ha promosso questa raccolta fondi insieme all’Amministrazione comunale, e ai tanti santarcangiolesi che hanno voluto contribuire con una donazione, dimostrando ancora una volta la propria sensibilità” ha detto la sindaca di Santarcangelo, Alice Parma.“Questa donazione è particolarmente significativa perché va a implementare una dotazione non direttamente impegnata nella gestione del Covid-19, ma reparti che si stanno occupando di tutto il resto, contribuendo al mantenimento di quei servizi che devono comunque continuare a essere garantiti anche durante la pandemia”.

“La raccolta fondi – spiega il Presidente dell’Associazione Santarcangiolese “Paolo Onofri” Giorgio Ioli – è stata avviata a inizio pandemia e ha permesso l’acquisto, a maggio, di un ecografo palmare, dal costo di 5.100 euro in compartecipazione al 50% con la Fondazione ISAL, già in funzione presso l’unità operativa Anziani e Disabili fisici e sensoriali dell’ambito territoriale di Rimini. Grazie alle sue ridotte dimensioni, lo strumento viene attualmente utilizzato dagli operatori sanitari dell’equipe USCA per effettuare ecografie polmonari direttamente presso il domicilio dei pazienti affetti da Coronavirus. Grazie alla generosità di tutto coloro che hanno aderito, la raccolta fondi ora ha permesso l’acquisto questi di due ulteriori strumenti donati all’Ospedale di Santarcangelo”.

Da parte dell’Azienda USL della Romagna e dei professionisti tutti, un sentito ringraziamento all’Associazione Paolo Onofri, che da anni è impegnata a favore della sanità riminese, per il miglioramento della qualità delle cure e dell’assistenza, all’Amministrazione comunale di Santarcangelo e a tutti coloro che aderendo alla raccolta fondi hanno contribuito a questa nuova preziosa donazione”.