Domani arriva il Giro d’Italia, 4 tappe in Emilia-Romagna

0
273

(Sesto Potere) – Bologna – 10 maggio 2021 – La Via in rosa.  Il Giro d’Italia arriva in Emilia-Romagna e la Via Emilia diventa protagonista con le tappe Piacenza-Sestola e Modena-Cattolica.  Oltre 350 chilometri che si snoderanno per la gran parte proprio lungo l’antica via consolare che attraversa, unisce e dà il nome a tutta la regione. E che per due giorni si tingerà del colore simbolo della gara di ciclismo più amata dagli italiani e seguita nel mondo. 

Una grande festa dello sport, che non mancherà di suscitare l’entusiasmo e la passione dei tanti emiliano-romagnoli che praticano e amano questa disciplina.  Ma anche l’occasione per raccontare e mostrare un territorio straordinario: il suo paesaggio, la sua storia e la sua cultura. Nell’anno che vede le celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. 

Giro d'Italia 2019, ciclisti

Da Piacenza a Parma e poi su per l’Appennino fino a Sestola  

Si parte dunque domani martedì 11 maggio con la quarta tappa che da Piacenza porterà a Sestola (186 chilometri e un dislivello di 1.800 metri) attraverso l’Appennino modenese, con una prima parte fino a Parma, rettilinea e pianeggiante lungo la Statale 9, passando per Pontenure, Roveleto (frazione del Comune di Cadeo), Fiorenzuola D’Arda, Fidenza, Sanguinaro e Ponte Taro. E una seconda più impegnativa: dopo Montecreto la corsa arriva a Fanano dove inizia la salita di Colle Passerino con pendenze per lunghi tratti oltre il 10% e punte prolungate del 13-14%. Sarà il primo snodo cruciale della Corsa rosa.

Da Modena a Cattolica. Arrivo al mare, passando per Bologna, Forlì-Cesena, Rimini e Riccione

Giro d'Italia, logo 2021

Il 12 maggio di nuovo in pianura. La quinta tappa si svolgerà infatti quasi interamente sulla via Emilia, da Modena a Cattolica (171 Km e 300 metri di dislivello), con numerosi attraversamenti cittadini: Bologna, San Lazzaro di Savena, Ozzano nell’Emilia, Castel San Pietro Terme, Toscanella di Dozza, Imola, Faenza, Forlì, Forlimpopoli, Cesena, Savignano sul Rubicone.  E poi Sant’Arcangelo di RomagnaRimini, Riccione, Misano Adriatico.

Dopo l’arrivo a Cattolica il Giro entrerà nelle Marche e da qui proseguirà verso il Molise e la Puglia. Per ritornare in Emilia-Romagna il 20 e il 21 maggio, rispettivamente con la dodicesima e tredicesima tappa: la Siena-Bagno di Romagna e la Ravenna -Verona, nel nome di Dante, in occasione del settecentesimo della morte del Sommo Poeta.