Disinnescato dal Genio ferrovieri residuato bellico a Casalecchio (BO)

0
81
esercito bomba

(Sesto Potere) – Casalecchio – 8 giugno 2021 – È terminata dopo sette ore l’operazione di disinnesco eseguita dagli artificieri del  Reggimento Genio ferrovieri di Castel Maggiore della bomba d’aereo di fabbricazione americana risalente alla Seconda Guerra Mondiale. L’ordigno era stato rinvenuto mesi fa in via Garibaldi a Casalecchio di Reno, nella zona di via Cavour, nell’area dell’ex poliambulatorio Ausl, dove è in corso un cantiere privato, durante le attività di scavo per la realizzazione di un edificio. 

Fonte: Associazione Nazionale Famiglie Caduti, Mutilati ed Invalidi Civili

L’operazione di bonifica dell’ordigno da 500 libbre (243 Kg), coordinata dalla Prefettura di Bologna, ha visto impegnati il Comune e tra gli altri, forze dell’Ordine, Asl, 118, Vigili del Fuoco oltre all’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, che ha attivato e messo a disposizione del Comune per l’assistenza alla popolazione 450 volontari di Protezione Civile.

La cosiddetta “danger zone” di Casalecchio di Reno è stata delimitata in un’area orizzontale e verticale di 468 metri dal punto in cui è stato rinvenuto l’ordigno.

Conseguentemente, la Prefettura di Bologna ha predisposto il Piano di coordinamento delle operazioni che includeva anche l’evacuazione di oltre  2.861 nuclei familiari (5.500 persone in tutto) residenti che hanno lasciato le proprie abitazioni per circa 7 ore fino alla fine delle operazioni di disinnesco.