(Sesto Potere) – Forlì – 18 dicembre 2020 – “La Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il decreto ristori, che mette in campo oltre 19 miliardi di euro di aiuti al settore economico: un intervento importante, ma non sufficiente per coprire tutti i bisogni e tutte le categorie colpite dalla pandemia. E nelle ore in cui il Governo sta approntando nuove chiusure, non previste ma rese necessarie per limitare la diffusione del Covid, è necessario dire a chi si troverà a non poter lavorare che i ristori per il blocco del periodo natalizio saranno pari al 100% dei costi”. 
Lo afferma il deputato romagnolo Marco Di Maio, a seguito dall’approvazione definitiva del DL Ristori alla Camera, a cui ha preso parte. 

“Se siamo alle prese con un altro decreto per ulteriori restrizioni tra Natale e Capodanno significa evidentemente che qualcosa non ha funzionato nelle misure prese in precedenza – aggiunge Di Maio – . L’ultimo decreto è esattamente di 15 giorni fa e aveva fornito alcune garanzie per il periodo natalizio, mentre ora ci troviamo ad attendere un provvedimento con ulteriori restrizioni. Sono necessarie per frenare la diffusione del contagio, ma certificano anche nelle precedenti decisioni forse qualcosa non ha funzionato secondo le attese”. 

“In questo contesto è ancora più importante procedere con velocità, trasparenza e determinazione nell’accompagnare alle nuove chiusure imposte un sostegno congruo al danno economico che subiranno molte attività – afferma Marco Di Maio -. Per questo stiamo proponendo al Governo di intervenire con ristori pari al 100% dei costi fissi che le imprese dovranno sostenere”.

“La priorità – conclude il deputato di Italia Viva – è sconfiggere il Covid sotto il profilo sanitario e ogni decisioni deve porre la tutela della salute al centro di tutto; ma non dobbiamo dimenticare che accanto a questo va salvaguardato il nostro tessuto sociale e produttivo, senza il quale sarà impossibile qualsiasi ipotesi di ripresa”.