Delegazione Ugl Romagna in Fiera a Rimini per FierAvicola 2021

0
112

(Sesto Potere) – Rimini – 8 settembre 2021 – Una delegazione del sindacato Ugl Romagna, guidata dal segretario Filippo Lo Giudice (nella foto in alto), ha fatto visita oggi in fiera a Rimini a FierAvicola, la manifestazione leader in Italia e una delle fiere B2B più importanti in Europa per il settore avicolo.

Nell’edizione 2021, focalizzata su innovazione e internazionalizzazione, sono al centro dei lavori le riflessioni e gli studi sull’avicoltura del futuro tra sostenibilità, benessere animale e biosicurezza.

Qualificata la presenza dei relatori nell’agenda convegnistica, oltre alle aziende anche le associazioni di categoria come Assoavi e UnaItalia, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, gli enti locali e l’assessorato all’Agricoltura dell’Emilia-Romagna.

“La filiera avicunicola – legata all’allevamento di pollame e conigli – e l’ olivicoltura sono settori strategici e virtuosi per l’economia romagnola, segmenti da tutelare, valorizzare e promuovere sempre meglio. La filiera avicola dell’Emilia-Romagna vanta il 12-13 % del totale nazionale per la produzione e lavorazione della carne e il 20 % della produzione di uova. In particolare, le imprese di trasformazione e commercializzazione delle uova destinate al settore dolciario e della pasta rappresentano il 45% del consumo italiano. In Emilia-Romagna il fatturato dell’industria alimentare avicola è pari a quasi 4 miliardi di euro, che rappresenta il 3,5% del totale dell’industria alimentare italiana. Parliamo di fabbriche che garantiscono centinaia di posti di lavoro. Tocca alla politica garantire servizi e condizioni favorevoli allo sviluppo, all’export ed alla difesa dei prodotti Made in Italy e Made in Romagna sui mercato esteri”: spiega il segretario dell’ Ugl Romagna Filippo Lo Giudice.

“La nostra presenza a FierAvicola 2021 come sindacato, sempre una garanzia per la tutela dei lavoratori, vuole essere anche un segnale di attenzione e vigilanza rispetto agli impegni internazionali che i vari esponenti del governo e dunque tutte le istituzioni locali e regionali si sono assunti per la transizione ecologica e biologica e a tutela dei vari distretti che creano occupazione come, nella nostra regione, l’ avicunicolo, l’ agricolo e l’ alimentare. L’Ugl, sindacato moderno e attento alla difesa degli interessi nazionali, gioca la sua parte e garantirà il massimo impegno in ogni sede a difesa dei lavoratori e per favorire produttività, sviluppo e occupazione”: conclude il segretario dell’ Ugl Romagna Filippo Lo Giudice.