(Sesto Potere) – Forlì – 15 settembre 2022 – “Polemiche strumentali? No, fatti. E i fatti sono sempre oggettivi. Come è un fatto che da almeno tre anni nelle mura esterne del palazzo spiccavano scritte inneggianti alla sovversione contro le forze dell’ordine. Ed è sempre un fatto che l’immobile di cui parliamo sia una testimonianza inerte delle devastazioni e dei raid vandalici promossi nel tempo”: così il gruppo Centrodestra per Forlì in replica al vicesindaco Daniele Mezzacapo sui fatti segnalati nell’ex sede della Circoscrizione 2 nell’area verde in via Dragoni.

gruppo centrodestra per forlì

All’indomani delle critiche l’esponente leghista si era detto “stupito” e “amareggiato” per il fatto che a suo parere era stata “alimentata una polemica strumentale” ponendo al centro dell’attenzione dell’amministrazione comunale “un murale presente da tantissimo tempo”: aveva valutato Mezzacapo.

“Tutte parole che respingiamo al mittente, critiche che inopinatamente il vicesindaco Mezzacapo ci ha mosso. E siamo costretti a ricordargli che, non essendo noi in campagna elettorale non ricaviamo alcuna utilità elettorale dal segnalare le cose che non vanno, anzi lo facciamo come sempre per rafforzare l’azione di governo del centrodestra visto che ne facciamo parte anche se in appoggio esterno alla giunta. Con il nostro lavoro quotidiano sul territorio rendiamo un servigio alla città ascoltando le istanze dei cittadini. Forlì la vorremmo sempre più bella e sicura”: così replica il gruppo composto da Davide Minutillo, Marinella Portolani e Francesco Lasaponara.

“Prendiamo atto che, fra ieri ed oggi dopo la nostra segnalazione, qualcuno si è attivato per coprire quell’ignobile graffito che rievocava le devastazioni dei no-global al G8 di Genova del 2001. Ma vorremo far presente a Mezzacapo (che ha paradossalmente dichiarato che quel murale esisteva già da “tantissimo tempo”) che gli ignoti vandali erano entrati in azione nel corso del mandato attuale fra il 2019 e il 2020 (cosi come riportano le firme degli autori) e non 8 o chissà quanti anni fa”: aggiunge il Centrodestra per Forlì.

gli altri murales non rimossi

“Tuttavia, gli uffici si sono attivati solo parzialmente e male soltanto dopo la nostra segnalazione di ieri: alcuni graffiti sono rimasti ma l’area non è stata circoscritta essendo tra l’altro l’edificio pericolante e pericoloso per le famiglie che sfruttano la vicina area giochi per i bambini. Non vorremo mai che accadessero fatti gravi dove il Comune potrebbe essere responsabile. Da sempre abbiamo sostenuto il progetto dell’amministrazione per aumentare le telecamere ed è chiaro che l’area interessata potrebbe essere bonificata facilmente trattandosi di un parco pubblico”: affermano i tre consiglieri comunali.

Conclude infine il capogruppo Davide Minutillo, che alla fine rassicura a modo suo il vicesindaco: “Si tranquillizzi Mezzacapo perché il nostro gruppo continuerà ad evidenziare i problemi in materia di sicurezza, ordine pubblico e decoro urbano nel solo interesse dei forlivesi ed in aiuto alla maggioranza di centrodestra. I cittadini riconoscono nel nostro gruppo un serio interlocutore innovativo, leale ed attento ai problemi concreti dei forlivesi per questo abbiamo già acquisito altre situazioni che indicheremo e che dovranno essere sanate al più presto”.