(Sesto Potere) – Forlì – 13 dicembre 2022 – Aprirà giovedì 15 dicembre la procedura online per ricevere le proposte per la settima edizione del bando dedicato dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì allo sport, ovvero a sostegno dell’attività sportiva giovanile.

La Fondazione ritiene infatti che la naturale capacità delle discipline sportive di promuovere relazioni, conoscenza, aggregazione, condivisione vada preservata più che mai in questo difficile momento, perché attiva concreti processi di welfare di comunità promuovendo inclusione e integrazione.

A tal scopo la Fondazione riserverà particolare attenzione agli interventi che abbiano le seguenti finalità: la valorizzazione della funzione sociale delle attività sportive; la promozione e valorizzazione della pratica sportiva e dell’attività motoria come risorse educative e veicolo alla formazione integrale della persona; il contrasto e la prevenzione del disagio giovanile; il sostegno e la promozione della pratica sportiva tra le giovani generazioni con particolare focus sui soggetti mai coinvolti prima in questo tipo di attività; le facilitazioni economiche destinate a bambini/ragazzi/ famiglie svantaggiati; le figure e i professionisti in ambito educativo e psico-pedagogico all’interno dei progetti sportivi e la formazione e l’aggiornamento degli allenatori/istruttori/tecnici/dirigenti anche su tematiche inerenti la psicologia sportiva.

Il Bando si rivolge in particolare alle associazioni sportive dilettantistiche di I livello ed a quelle di II livello (cioè riconosciute a livello nazionale) e alle società Sportive Dilettantistiche iscritte presso il Registro del CONI, oltre che all’Ufficio Scolastico Territoriale e agli istituti scolastici del territorio di intervento della Fondazione.

A questo proposito verrà valorizzata ancora una volta la realizzazione di progetti condivisi attraverso la costituzione di reti di partenariato tra più soggetti.

Tra gli interventi ammissibili sono previsti come sempre: progetti di avviamento allo sport giovanile, con particolare attenzione rivolta ad iniziative di integrazione, sviluppo della socialità e dell’aggregazione giovanile; progetti di prevenzione dell’abbandono sportivo da parte dei giovani; Progetti di attività motoria per la scuola, ad esclusione della scuola dell’infanzia, purché non già inseriti nel piano dell’offerta formativa dell’istituto o già finanziati dalla Fondazione (es. “Apri…pista”); attività istituzionale rivolta in particolare all’infanzia e ai giovani; organizzazione di eventi sportivi e di promozione rivolti alle giovani generazioni e/o ai bambini/ragazzi/giovani con disabilità.

Particolare attenzione sarà prestata anche alla presenza dei seguenti elementi nella proposta progettuale: percorsi e attività sportive che evidenzino un forte impulso al dialogo e all’inclusione; interventi di miglioramento funzionale di attrezzature e impianti, finalizzati ad una migliore accessibilità della pratica sportiva e all’implementazione di nuove attività, compresi gli interventi di efficientamento energetico di attrezzature e impianti, finalizzati alla ottimizzazione e riduzione dei consumi; previsione di agevolazioni/gratuità per la partecipazione alle attività sportive per garantire il diritto allo sport; investimenti in nuove tecnologie o interventi comunque finalizzati ad una migliore comunicazione da parte degli enti.

Merita inoltre di essere messo in evidenza che, al fine di alleviare le realtà sportive dal significativo aumento dei costi energetici, la Fondazione potrà considerare l’attribuzione di uno speciale bonus/premialità sulla base della documentazione presentata relativamente al numero degli impianti sportivi utilizzati, alle ore di fruizione degli stessi, al numero di praticanti nonché alle forme di agevolazione/gratuità previste per la partecipazione alle attività sportive.

Il bando dispone di un plafond complessivo pari a 300.000 euro, che va a sommarsi al milione e 720mila euro messi a disposizione dalla Fondazione per le associazioni sportive nelle sei edizioni precedenti del bando. Per un impegno complessivo nel settore sportivo, negli ultimi 10 anni, comprese le erogazioni extra-bando, di circa 5 milioni di euro.

Il contributo richiesto alla Fondazione non potrà superare il 30% della previsione complessiva di spesa, e comunque per un importo massimo di € 25.000.

L’Ufficio Scolastico Territoriale e gli istituti scolastici potranno presentare richiesta esclusivamente per l’organizzazione di eventi sportivi e di promozione rivolti alle giovani generazioni o soggetti con disabilità. Il contributo richiesto alla Fondazione potrà essere concesso nella misura massima del 30% della previsione complessiva di spesa ritenuta ammissibile e comunque per un importo non superiore a € 5.000,00

Le proposte potranno essere presentate solo utilizzando l’apposita procedura online accessibile dal sito istituzionale della Fondazione a partire dalle ore 9 del 15 dicembre 2022 alle ore 13 del 10 febbraio 2023.

Copia integrale del bando è disponibile sul sito web della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì nella sezione “Come chiedere un contributo”: www.fondazionecariforli.it