Covid19, Porto di Ravenna: controlli sugli autotrasportatori

0
207

(Sesto Potere) – Ravenna – 10 aprile 2020 – Su indicazione del CCS (Centro Coordinamento Soccorsi) costituito in Prefettura sono operative, presso il Porto di Ravenna e la zona industriale adiacente, due postazioni di controllo per misurare la temperatura  ai conducenti dei mezzi di trasporto e agli eventuali accompagnatori che transitano nell’area.

Una zona dove la consistente presenza di importanti aziende operanti in diversi settori, con attività consentite secondo le recenti misure sul comparto produttivo, comporta un notevole flusso di mezzi pesanti adibiti al trasporto merci, in buona parte provenienti da Paesi esteri. 

Si è dunque valutato di adottare questa ulteriore misura per contenere il rischio di contagio da Covid-19, individuando le persone con sintomatologia sospetta.

Oltre a personale del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, che si è occupato, tra l’altro, dell’allestimento delle postazioni e ad agenti della Polizia locale di Ravenna, che assicureranno il presidio dei punti, sono coinvolti nell’iniziativa i volontari del Coordinamento provinciale. Gli operatori sanitari, coadiuvati in remoto da alcuni medici individuati dall’AUSL in collaborazione con l’Ordine Provinciale dei Medici, sono volontari della Croce Rossa Italiana e della Pubblica Assistenza.

Per l’allestimento dei due punti di controllo l’ Unione della Bassa Romagna ha reso disponibili due moduli abitativi e i volontari del Gruppo comunale di Bagnacavallo.
Gli adempimenti degli operatori e dei medici volontari sono stati riportati in apposita direttiva operativa, diramata dalla Prefettura sulla base delle intese assunte in sede di Centro Coordinamento Soccorsi.

Un’altra importante attività svolta dell’unità Protezione civile di Ravenna del Servizio Area Romagna per contrastare l’emergenza Covid-19 riguarda i sopralluoghi, assieme all’AUSL della Romagna, per individuare strutture idonee a ospitare persone in sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario.

L’Aparthotel Costa Paradiso di Lido Adriano è stato dichiarato idoneo per l’erogazione di servizi alberghieri alle persone della provincia di Ravenna in quarantena non autonome per l’isolamento domiciliare e ai pazienti dimessi dagli ospedali clinicamente guariti ma ancora positivi al virus Covid-19. La disponibilità è di 35 camere del tutto indipendenti, immediatamente disponibili a seguito della firma dell’accordo di ieri con l’AUSL della Romagna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here