Covid19 e Zangheri, Marchi (Italia Viva): “ci sono stati gravi errori e ritardi”

0
898

(Sesto Potere) – Forlì – 8 maggio 2020 – “E finalmente a distanza di mesi dall’inizio dell’emergenza sanitaria è arrivato anche il giorno del Consiglio Comunale convocato per discutere di COVID-19 ed in particolare della situazione alla casa di riposo Pietro Zangheri.”: a dirlo è il Consigliere di Italia Viva Massimo Marchi che nel suo intervento ha fra l’altro dichiarato: “I numeri tragici della Zangheri con oltre 150 positivi e 14 morti non lasciano nessun dubbio che ci sono stati gravi errori e ritardi. La Direttrice dott.ssa Valgimigli ha affermato lunedì scorso e confermato oggi di aver rispettato tutti i protocolli e le disposizioni nazionali, regionali e dell’azienda USL e quindi di non aver commesso alcun errore!!! Ma rispettare le Leggi è un obbligo per tutti e non assolve dal rischio di commettere ugualmente altri errori.”

Massimo Marchi

A detta dell’esponente di Italia Viva Massimo Marchi è necessario: “Garantire la massima assistenza agli ospiti. Una assistenza sanitaria, ma anche sociale e psicologica. A questo proposito è stata segnalata da tutti la carenza di personale. Riteniamo che sia urgente provvedere al più presto a nuove assunzioni. E’ necessario che la direzione della Zangheri con la collaborazione della USL continuino a garantire un monitoraggio puntuale sullo stato di salute degli ospiti e degli operatori. E’ necessario che siano garantite le condizioni igieniche degli anziani, soprattutto di coloro che purtroppo non sono autosufficienti. Ed è necessario dare la possibilità a tutti i familiari di comunicare coi loro cari, è importante in questa fase anche offrire un supporto di assistenza psicologica. Sappiamo che qualcosa si sta già facendo con le videochiamate o le telefonate ma non è sufficiente, serve fare di più e magari mettere più forze in campo. Esiste un “Comitato residenti e familiari“ che dovrebbe essere coinvolto ed informato in maniera trasparente sull’evoluzione della situazione. La stessa trasparenza deve esserci anche nella informazione alla cittadinanza. I forlivesi, ed in particolare i familiari degli ospiti hanno il diritto di sapere”.

“All’amministrazione e soprattutto al Sindaco chiedo di fare valere la sua autorità di massimo responsabile della salute pubblica sul nostro territorio. Gli chiedo di mettere nelle condizioni la Zangheri e tutti gli operatori che vi prestano servizio di lavorare al meglio richiamando anche la direzione alle sue responsabilità. Oggi serve questo signor Sindaco, magari un video o un comunicato in meno ed un atto concreto in più. Tutta questa dolorosa vicenda forse ci deve indurre anche a ripensare quello che deve essere l’organigramma previsto all’interno delle nostre case di riposo. Non è immaginabile che per 300 ospiti si possa fare affidamento solo sul medico di base. Serve la presenza fissa di un Presidio Sanitario e magari la nomina di un Direttore Sanitario.”: conclude il Consigliere di Italia Viva Massimo Marchi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here