Covid19, controlli a tappeto a Cesenatico

0
271

(Sesto Potere) – Cesenatico – 2 maggio 2020 – Sono stati effettuati 9875 controlli alle attività commerciali, 111 persone controllate di cui 35 le sanzionate, una denuncia alla Procura della Repubblica: questo il report del mese di aprile della Polizia Locale di Cesenatico, riguardante i controlli effettuati sul rispetto delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19.

Un servizio iniziato l’11 marzo scorso e che proseguirà anche nella cosiddetta “fase 2”.
Perché sì, da un lato vi è una leggera apertura, ma è importante ricordare che valgono ancora le regole restrittive e di prudenza ormai note a tutti: no assembramenti, sempre la mascherina di protezione nei luoghi pubblici, spostamenti motivati da ragioni sostenibili, distanza di almeno un metro da rispettare e controllo della temperatura corporea.

Quotidianamente la Polizia locale di Cesenatico invia i dati dei controlli effettuati alla Questura di Forlì-Cesena per il monitoraggio sul rispetto delle disposizioni governative.
Nel mese di marzo tali verifiche (durate una ventina di giorni) hanno portato a 4296 controlli alle attività commerciali o simili e, più in generale, afferenti alle materie di competenza comunale; 65 le persone controllate, 5 delle quali denunciate alla Procura della Repubblica di Forlì ai sensi dell’art. 650 del codice penale, per motivazioni carenti circa gli spostamenti e/o allontanamento dalla propria abitazione, in violazione delle disposizioni dei decreti governativi e delle ordinanze della Regione Emilia Romagna.

“Tre in media sono le pattuglie al giorno con copertura dell’intero territorio comunale, arenile compreso con l’ausilio di quad – spiega il comandante Edoardo Turci – molto efficaci nei controlli in spiaggia, per la quale vige ancora il divieto di accesso, sia nelle aree in concessione, sia in quelle libere compresa la battigia. In questi controlli si è cercato di mantenere un giusto equilibrio fra l’accertamento sulla corretta osservanza dei vari decreti e ordinanze e la verifica, ragionevole, dei singoli casi”.

Il Sindaco Matteo Gozzoli, che pensa di diramare un vademcum per evitare errori interpretativi in questa “fase 2”, specie da parte degli utenti commenta: “Ringrazio il Comandante e la nostra Polizia Locale per il lavoro svolto lavoro complesso e delicato sempre svolto a servizio della nostra comunità in un periodo estremamente complesso e che durerà anche nelle prossime settimane in relazione alle riaperture della fase 2”. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here