Covid19, Confesercenti: in fumo 30 miliardi di consumi

0
254
Roma: negozio chiuso ph LaPresse / Confesercenti.it

(Sesto Potere) – Roma – 13 aprile 2020 – L’estensione dello stop fino al 3 maggio, con la conseguente perdita della Pasqua e dei Ponti di primavera, peggiora ulteriormente le prospettive economiche: a fine aprile, la spesa delle famiglie raggiungerà il punto di massima contrazione, con una flessione su base mensile fino a 30 miliardi (-30% circa).

Roma: negozio chiuso ph LaPresse / Confesercenti.it

Nei primi quattro mesi dell’anno, la perdita cumulata a causa del del lockdown raggiungerebbe i 45 miliardi. A stimarlo è Confesercenti che aggiunge: di questo passo l’emergenza sanitaria diventerà una vera e propria catastrofe economica

Una situazione che nei mesi estivi non veda ancora a pieno regime la struttura commerciale, prolungherebbe infatti per tutto il 2020 la flessione dei consumi, che a fine anno sarebbe pari al -6% (-60 miliardi circa) rispetto al 2019.

Con l’adozione dei necessari protocolli di sicurezza, questa perdita potrebbe essere fortemente attenuata. Riportando alla normalità tutta la struttura commerciale entro la fine di maggio, sarebbe possibile ridurre la flessione dei consumi a fine anno al -3,5%. Sempre una forte contrazione, ma almeno sarebbero poste le premesse per un pieno recupero nel 2021.

Confesercenti evidenzia che si può evitare il crollo economico accelerando le riaperture: “La salute rimane la priorità, ma è urgente porre le premesse per avviare un recupero del maggior numero possibile di attività economiche, garantendo la sicurezza di tutti”.

L’associazione commenta positivamente la riapertura di librerie, negozi per infanzia e ingrosso carta ma aggiunge che “si poteva fare di più” e che “le nuove misure in arrivo per la sicurezza nei negozi potrebbero consentire una ripartenza anticipata anche per altre tipologie di imprese, ad oggi ferme”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here