Covid19, aggiornamento attività Protezione Civile a Bologna e Ferrara

0
2125

(Sesto Potere) – Bologna – 8 maggio 2020 – Nel bolognese i volontari della Protezione Civile hanno montato diverse strutture durante gli oltre due mesi di emergenza Covid. Al S. Orsola-Malpighi, lato via Albertoni, è stata montata una tenda, mentre all’eliporto dell’Ospedale Maggiore, sono stati allestiti due container, uno ad uso segreteria ed uno ad uso magazzino.

Anche le aree delle carceri bolognesi sono state attrezzate per l’emergenza. Alla “Dozza” di via del Gomito, sono state assemblate due tende a quattro archi (con riscaldamento ad olio), mentre al Tribunale per i minorenni di Bologna è stato montato un gazebo comprensivo di teli laterali.

All’Ausl di Bologna sono stati consegnati due gazebo per svolgere un servizio tamponi itinerante e alla Stazione Centrale di Bologna sono state posizionate due tende attrezzate.

Al Dumbo di Via Casarini (Distretto urbano multifunzionale) è stato allestito un centro di disinfestazione a pressione calda delle ambulanze del 118: si tratta di due moduli comprensivi di ogni confort, uno ad uso segreteria, l’altro con doccia. Più tavoli e sedie nella zona esterna e torre faro.

Per il primo punto Drive through del bolognese è stata sfruttata l’area esterna con tettoia dell’Ausl San Camillo di San Lazzaro di Savena (quindi senza utilizzo di materiali della Protezione civile), al quale si è poi aggiunta la struttura davanti all’ospedale di Imola, in via Montericco.

Nel Ferrarese i volontari si sono mobilitati per allestire le tende pneumatiche a quattro archi presso gli ospedali di Argenta e Cento e per approntare un ambulatorio medico presso la Casa Circondariale di Ferrara, mentre al Comando Provinciale dei Carabinieri di Via Del Campo hanno montato una tenda ministeriale completa di impianto elettrico e riscaldamento. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here