Covid, verso il cambio di colore: Emilia-Romagna pronta al giallo

0
231

(Sesto Potere) – Bologna – 23 aprile 2021 – Il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ieri s’è detto ottimista: “Posso già dire come tutto porti a credere che l’Emilia Romagna diventerà zona gialla da lunedì 26 aprile”.

La conferma si avrà oggi, in sede di Comitato tecnico scientifico, che dovrà esprimersi sui nuovi colori che le regioni dovranno assumere dalla prossima settimana sulla base dei dati che vengono consegnati settimanalmente dall’Istituto superiore di sanità e dalle singole Ausl.

bonaccini

In linea di massima i principali indicatori (propagazione del virus e ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva) sono in calo e si dovrà tenere conto dell’indice nazionale Rt comunque in diminuzione (ha raggiunto nel periodo 12-18 aprile quota 0,81 , da 0,84) e dell’incidenza dei contagi.

E se le previsioni saranno confermate l’Emilia Romagna potrà finalmente riaprire dopo due mesi di zona rossa e arancione.

L’annuncio ufficiale spetta al ministro della Salute, Roberto Speranza, che dovrà emanare l’apposita ordinanza.

In base ai dati più della metà delle regioni italiane potrà tornare in zona gialla: Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, Veneto e le provincie autonome di Trento e Bolzano.

In arancione dovrebbero invece passare  Basilicata, Calabria, Valle d’Aosta, Puglia  ed anche la Sicilia. Mentre in rosso dovrebbe rimanere solo la Sardegna.

La ripartizioni in colore dovranno trovare conferma nelle nuove ordinanze che il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà in giornata, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, e che entreranno in vigore a partire da lunedì 26 aprile.

AGGIORNAMENTO: A metà pomeriggio la conferma da parte del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini: “Da lunedì 26 aprile l’Emilia-Romagna tornerà in zona gialla”.