Covid, vaccini: al via richiamo e da febbraio/marzo tocca alla popolazione

0
264

(Sesto Potere) – Bologna – 17 gennaio 2021 – Continua la campagna vaccinale anti-Covid in Emilia-Romagna, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani. Dall’inizio della campagna ad oggi sono state vaccinate in totale 115.753 persone (76.268 donne e 39.485 uomini, in prevalenza 28.238 persone di età compresa fra 50 e 59 anni) , soltanto oggi (alle 16:59) sono state immunizzate 1.597 persone.

E da domani, lunedì 18 gennaio, prenderà il via il secondo giro di somministrazioni in Emilia-Romagna. Si partirà da coloro (sia del personale che lavora nella sanità regionale sia degli operatori e dei degenti delle CRA) che ricevettero la prima, il 27 dicembre, V-Day in Italia e in Europa, ed a seguire tutti gli altri.

In particolare, è prevista la consegna, domani e martedì 19 gennaio, di 26.910 dosi Pzifer-BioNtech, praticamente il 50% in meno rispetto a quelle attese (52.650), a causa dei lavori di potenziamento degli impianti comunicato dalla stessa azienda al commissario Domenico Arcuri, così come a tutti i governi europei, intervento che comporta il ritardo nelle consegne della prossima settimana in tutta Europa.

Le quasi 27mila dosi in arrivo lunedì e martedì si aggiungono a quelle ad oggi disponibili: 29.039 Pfizer e 5.900 Moderna. Gli arrivi successivi sono previsti nella settimana dal 25 al 31 gennaio: 46.800 dosi Pfizer. Di fronte al ritardo nella fornitura di Pfizer, per garantire tutti i richiami verranno rinviate di qualche giorno le nuove somministrazioni di prime dosi a coloro che si erano già prenotati sempre per la settimana entrante.

vaccino covid

I richiami seguiranno il seguente programma: da lunedì 18 a domenica 24 gennaio 8.248 dosi giornaliere, da lunedì 25 a domenica 31 gennaio 62.217 dosi complessivamente.

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale on line, 24 ore su 24, sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid.

“La mancata consegna della prossima settimana spero non si ripeta. Siamo la regione che in rapporto alla popolazione vaccina più persone e vogliamo proseguire a pieno ritmo. Stiamo anzi preparando il piano vaccinale per la seconda fase, quando la campagna da febbraio/marzo si allargherà al resto della popolazione, per arrivare a moltiplicare il numero di vaccini somministrati. Chiaro però che deve esserci piena continuità nelle forniture di dosi. Siamo in contatto costante con il commissario Arcuri e il ministro Speranza, perché si tratti davvero di un caso isolato in conseguenza del quale si aumentino le forniture successive o almeno si garantiscano le dosi programmate.  Su questo deve esserci il massimo rigore anche da parte dell’Unione europea rispetto a contratti di fornitura sottoscritti con l’Italia e gli altri Paesi europei”: afferma in una nota l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini.