Covid, vaccine Day in Emilia-Romagna. Ragni (FdI): “Non c’è Forlì tra le strutture sanitarie attrezzate”

0
304

(Sesto Potere) – Forlì – 26 dicembre 2020 – “Domani, alle 14, prende il via in Emilia-Romagna  la somministrazione delle prime dosi di vaccino della Pfizer-BioNtech a 975 professionisti della sanità regionale. Salutiamo questo momento importante, manifestando riconoscenza a tutti coloro che lo hanno reso possibile e riteniamo che si possa essere di fronte ad una svolta decisiva nella lotta contro il Covid-19. Ma senza alcun tono polemico poniamo anche alcuni interrogativi. In Romagna  le vaccinazioni verranno somministrate al Pala De Andrè di Ravenna, nel Quartiere Fieristico di Rimini ed a Cesena Fiera. Di Forlì non c’è traccia. Perché?”: chiede Fabrizio Ragni, vicecoordinatore di Fratelli d’Italia Forlì-Cesena e responsabile del territorio forlivese del partito.

“A quanto riferisce la Regione sono state le singole Aziende Usl a predisporre i luoghi esatti ove somministrare il vaccino all’interno del territorio di competenza. Ci chiediamo quali siano le motivazioni che hanno portato ad escludere Forlì. Così come sarebbe necessario fare chiarezza sulle quote dei beneficiari della prima giornata di vaccinazioni in regione. Su 975 complessivi sono stati selezionati 225 operatori della sanità nelle tre province della Romagna.

Cesena fiera

Diverso trattamento nelle principali città emiliane: 100 a Parma,  100 a Reggio Emilia, 150 a Modena e  225  +50 a Bologna. Vorremmo conoscere anche i criteri di questa scelta che, complessivamente, penalizza la Romagna”: aggiunge Fabrizio Ragni.  

“Come elemento informativo, infine, vorremmo sapere: quando si potrà estendere il vaccino a tutta la popolazione dell’Emilia-Romagna quale struttura forlivese sarà scelta per poter immunizzare tutti i cittadini? O anche in qual caso i forlivesi dovranno dirigersi ai centri di Cesena, Rimini e Ravenna?”: conclude Fabrizio Ragni, vicecoordinatore di Fratelli d’Italia Forlì-Cesena e responsabile del territorio forlivese del partito.