Covid, vaccinazioni: in Emilia-Romagna in arrivo 55mila nuove dosi Pzifer

0
235

(Sesto Potere) – Bologna – 25 gennaio 2021 – Prosegue la campagna vaccinale in Emilia-Romagna, con i richiami, e cioè la somministrazione della seconda dose, assicurata a tutti coloro a cui è già stata fatta la prima. Si tratta sempre di personale che lavora nella sanità regionale, operatori e degenti delle CRA.

Questa settimana arriveranno in regione 54.990 nuove dosi Pzifer-BioNtech, consegnate direttamente nei punti di raccolta indicati dalle aziende sanitarie: fra aziende ospedaliere e ospedaliere-universitarie, ne arriveranno 3.510 a Piacenza, 5.850 a Parma, 5.850 a Reggio Emilia, 10.530 a Modena, 10.530 a Bologna, 4.680 a Ferrara, 4.680 a Ravenna, 4.680 a Forlì-Cesena (al Centro servizi di Pievesestina), 3.510 a Rimini.

Ad oggi sono oltre 133.670 le somministrazioni eseguite in Emilia-Romagna, di cui 3.712 nelle ultime 24 ore.

Di fronte alle recenti riduzioni decise unilateralmente da Pzifer e in attesa che la fornitura di dosi torni a pieno regime, restano sospese le nuove prenotazioni, proprio per assicurare i richiami a tutti e completare così la profilassi con la seconda inoculazione.

Infine, riferisce la Regione, non risulta alcuna segnalazione rispetto alla presunta carenza di siringhe di precisione da utilizzare nei centri vaccinali. La scorsa settimana alcuni Centri vaccinali di diverse Regioni (tra cui Lombardia, Sicilia ed anche l’ Emilia Romagna) avevano segnalato il mancato arrivo delle siringhe di precisione assieme alle fiale di Pfizer. Dagli uffici del Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri sottolineano che [la scorsa] settimana si è provveduto a distribuire un numero inferiore di siringhe proprio perché la Pfizer aveva inviato all’Italia un numero inferiore di fiale di vaccino.