Covid, tampone rapido e test sierologico in farmacia da oggi in Emilia-Romagna senza ricetta a 15 euro

0
373

(Sesto Potere) – Bologna – 4 febbraio 2021 – Tamponi e test sierologici rapidi in farmacia per chiunque lo desideri, si parteDa oggi, dopo un rallentamento tecnico temporaneo dovuto a un “riallineamento” dei sistemi informativi che ha fatto slittare di tre giorni l’avvio effettivo del provvedimento voluto dalla Regione, tutti i cittadini – purché iscritti al sistema di assistenza sanitaria regionale – possono effettuare nelle farmacie convenzionate dell’Emilia-Romagna il test antigenico rapido nasale (tampone rapido) e il test sierologico al prezzo calmierato di 15 euro.

Test sierologico rapido

Gli elenchi delle farmacie dove è possibile, da Piacenza a Rimini, prenotare ed eseguire i test sono disponibili agli indirizzi https://salute.regione.emilia-romagna.it/normativa-e-documentazione/elenchi/elenchi/antigenico-farmacie e https://salute.regione.emilia-romagna.it/normativa-e-documentazione/elenchi/elenchi/sierologico-farmacie.

La risoluzione dei problemi tecnici che si sono presentati, grazie alla stretta collaborazione della Regione con la rete delle farmacie territoriali e le associazioni FederfarmaAssofarm, Farmacieunite e Ascomfarma, permette quindi di confermare tutte le altre novità introdotte nel provvedimento recentemente approvato dalla Giunta regionale.

In sintesi, oltre alla possibilità per chiunque di effettuare, senza ricetta medica,  il test antigenico rapido nasale (tampone rapido) e il test sierologico nelle farmacie convenzionate a prezzo calmierato, viene anche allargata la platea dei destinatari della campagna di screening volontaria e gratuita della Regione attraverso il tampone rapido in farmacia e ridotto da 30 a 15 giorni l’intervallo per poter effettuare nuovamente il tampone gratuito.

Tamponi gratis a più categorie e più spesso

Alle categorie di cittadini che hanno già diritto al tampone rapido gratuito, si aggiungono educatori che lavorano a contatto con giovani e giovanissimi, istruttori e allenatori di società sportive giovanili, volontari del Terzo settore che assistono anziani soli o persone con disabilità, caregiver familiari che si prendono cura di anziani soli o disabili.

Non solo: viene stabilito che determinate fasce di persone già coinvolte nello screening  e precisamente scolari e studenti (da 0 a 18 anni, e maggiorenni se frequentano la scuola secondaria superiore), universitari, studenti dei percorsi di IeFPpersonale scolastico degli istituti di ogni ordine e grado e dei servizi educativi 0-3 anni e personale degli enti di formazione e istruzione professionale –, potranno ripetere il tampone rapido in farmacia, sempre a carico del Servizio sanitario regionale, ogni 15 giorni.

Per le altre categorie la frequenza per effettuare il test gratuito resta mensile.