(Sesto Potere) – Roma – 31 ottobre 2022 – Il governo Meloni ha prorogato l’obbligo di utilizzo delle mascherine negli ospedali e nelle Rsa. Inoltre, è stata anticipata al 1° novembre la scadenza (la data precedentemente fissata era il 31 dicembre) dell’obbligo di vaccinazione anti-Covid per i medici e le professioni sanitarie.

Orazio Schillaci
Orazio Schillaci

Le misure sono contenute nel decreto unico approvato oggi dal Consiglio dei ministri.

A confermarlo, oggi pomeriggio, il ministro della Salute, Orazio Schillaci, in conferenza stampa. Una scelta che segue il proposito del governo di procedere alla sospensione della pubblicazione giornaliera del bollettino dei dati relativi alla diffusione dell’epidemia, ai ricoveri e ai decessi, che sarà ora reso noto con cadenza settimanale.

Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, a sei mesi dalla sospensione dello stato d’emergenza e in considerazione dell’andamento del contagio da Covid-19, ritiene opportuno “avviare un progressivo ritorno alla normalità nelle attività e nei comportamenti, ispirati a criteri di responsabilità e rispetto delle norme vigenti.”

Donini

Preso atto di tutto questo, la Direzione generale dell’assessorato regionale  dell’Emilia-Romagna alle Politiche per la salute, nella comunicazione che sarà inviata alle Ausl e agli altri enti e organismi della sanità pubblica e privata del nostro territorio, ricorda dunque che: “Resta in vigore l’obbligo per lavoratori, professionisti, utenti e visitatori di indossare la mascherina per accedere a ospedali, residenze per anziani e altre strutture sanitarie, come prevede la normativa nazionale”.     

“Condividiamo- sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini– la decisione del Consiglio dei ministri, coerentemente con la richiesta di molte Regioni, fra cui l’Emilia-Romagna, di prorogare l’obbligatorietà dell’uso della mascherina. È una scelta opportuna perché nella lotta alla pandemia siamo sì usciti dalla fase emergenziale, ma il virus circola ancora e quindi è importante continuare a tenere comportamenti prudenti. La mascherina- ricorda Donini– protegge soprattutto i più fragili e i più vulnerabili, come gli anziani e i pazienti ricoverati”.