(Sesto Potere) – Bologna – 22 gennaio 2022 – In Emilia-Romagna s’è aperto il dibattito   sulla possibilità che si possano cambiare le regole per le persone che hanno contratto il contagio da Covid-19 e, nel caso siano state somministrate tre dosi di vaccino, non patendone i sintomi, possano uscire dall’isolamento anche in assenza di ulteriori tamponi fino alla negatività.

Come dire: c’è chi propone di far decadere la quarantena – comunque – per i vaccinati con tre dosi e asintomatici.

Ed oggi l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaelle Donini, fissa un punto fermo:  “Qualsiasi decisione sulle modifiche  dello screening anti Covid  mediante tampone agli operatori sanitari asintomatici  è sospesa”.

“La pandemia continua a rappresentare un’emergenza. E la sicurezza di medici e operatori socio-sanitari viene al primo posto, a loro tutela, ma anche a tutela dei malati e delle persone con cui vengono quotidianamente a contatto – sottolinea l’assessore regionale -. Per questo, ogni decisione sulle modifiche dello screening mediante tamponi in assenza di sintomi è sospesa. Considero fondamentale avviare prima un confronto con gli operatori stessi per una valutazione più approfondita  e nel merito della problematica”.

Una dichiarazione che segue quella di ieri, in cui già l’assessore regionale aveva spiegato di ritenere indispensabile un confronto dal punto di vista strategico e con gli operatori stessi, oltre alla necessità di mantenere adeguate misure di prevenzione