Covid, Italia in giallo. Solo Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Bolzano in arancione

0
1299

(Sesto Potere) – Roma – 29 gennaio 2021 – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia dell’Istituto superiore di sanità, firmerà in giornata le nuove Ordinanze, che classificano il “codice colore” delle Regioni in base al fattore che calcola la velocità di replicazione dell’infezione da Covid-19 , nell’ ultima rilevazione complessivamente in calo allo 0,8, al di sotto dello 0,97 registrato la scorsa settimana, lontano dalla soglia critica dell’1 registrata in precedenza per cinque settimane di fila.

Ad oggi soltanto una sola Regione,  il Molise, ha un Rt maggiore di 1, classificata, dunque a “rischio alto”, la settimana scorsa erano quattro.

Le Ordinanze, che saranno in vigore da lunedì 1′ febbraio 2021 (inizialmente fonti ministeriali indicavano domenica 31 gennaio) , collocano in “area arancione” le Regioni: Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e provincia di Bolzano e tutte le altre Regioni e Province Autonome  in “area gialla”: Campania, Toscana, Molise, Basilicata, Lazio, Piemonte, Val d’Aosta, Marche, Friuli, Abruzzo, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Calabria, Liguria e Provincia di Trento.

Questa volta, nessuna regione viene inserita in “area rossa”.

A seguire la situazione dell’Rt nelle singole Regioni: Abruzzo 0,81, Basilicata 0,91, Calabria 0,82, Campania 0,97, Emilia-Romagna 0,77, Friuli 0,68, Lazio 0,73, Liguria 0,87, Lombardia 0,84, Marche 0,88, Molise 1,51 (ma con un intervallo inferiore di 1,16), Piemonte 0,82, Provincia di Bolzano 0,8, Provincia di Trento 0,56, Puglia 0,9, Sardegna 0,81, Sicilia 0,98, Toscana 0,95, Umbria 0,96, Val d’Aosta 0,82, Veneto 0,61.