(Sesto Potere) – Bologna – 21 aprile 2022 – Il monitoraggio della Fondazione GIMBE di Bologna rileva, nella settimana dal 13 al 19 aprile, una netta riduzione dei nuovi casi in tutte le Regioni italiane, su cui pesa però il sensibile calo dell’attività di testing in coincidenza con le festività di Pasqua.

Sono 72 le Province con incidenza superiore a 500 casi per 100.000 abitanti. Tra queste – in Emilia-Romagna- anche: Ravenna (763), Reggio nell’Emilia (756), Forlì-Cesena (654), Parma (629), Modena (626), Bologna (616), Rimini (600), e Ferrara (591).

L’occupazione dei posti letto rimane stabile in area medica (+7) e in riduzione nelle terapie intensive (-41).

In base al monitoraggio sono in calo anche i decessi (861).

Invariate le percentuali di popolazioni vaccinata con almeno una dose (85,6%) e con ciclo completo (84,1%).

La Fondazione GIMBE di Bologna ricorda che sono 6,89 milioni le persone non vaccinate, di cui 2,69 milioni di guariti protetti solo temporaneamente. Mentre il tasso di coperture delle terze dosi è all’83,9%. Solo 80.554 quarte dosi somministrate agli immunodepressi e 29.158 a over 80, ospiti RSA e fragili della fascia 60-79 anni.

“Con l’attuale livello di circolazione del virus abolire l’obbligo di mascherina nei locali al chiuso è una decisione molto avventata”: è il commento della Fondazione GIMBE di Bologna in vista della scadenza del primo maggio, data in cui dovrebbe decadere l’obbligo delle mascherine al chiuso. Ma nel merito deciderà il governo.