(Sesto Potere) – Bologna – 5 dicembre 2022 – Il monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE di Bologna sulla circolazione del Coronavirus nel nostro Paese rileva nella settimana dal 25 novembre al 1° dicembre 2022, rispetto alla precedente, una sostanziale stabilità dei nuovi casi a fronte di un aumento dei decessi, sempre su scala nazionale. 

In aumento anche i casi attualmente positivi, le persone in isolamento domiciliare, i ricoveri in ospedale con sintomi ed i ricoveri nelle terapie intensive.

Il tasso nazionale di occupazione da parte di pazienti Covid è del 13,3% in area medica (dal 5% della Provincia Autonoma di Bolzano al 35,5% dell’Umbria) e del 3,2% in area critica (dall’1% della Provincia Autonoma di Bolzano al 6,5% dell’Emilia-Romagna).

Secondo la Fondazione GIMBE di Bologna il numero dei nuovi casi settimanali “non è più un indicatore affidabile della circolazione virale, sottostimata almeno del 50% sia per l’utilizzo diffuso di tamponi “fai da te” sia per il mancato testing di persone asintomatiche o paucisintomatiche”.

In questo contesto – sempre secondo la Fondazione GIMBE di Bologna “preoccupa che, a fronte dell’aumentata circolazione virale, continuino a diminuire le somministrazioni delle quarte dosi per anziani e fragili, lasciando scoperte quasi tre persone su quattro”.