Covid, focolaio tra il personale della Polizia Locale dell’Unione Terre di Castelli (Mo)

0
259

(Sesto Potere) – Vignola (MO) – 24 gennaio 2021 – A seguire pubblichiamo una dichiarazione di Fabio Franceschini, presidente dell’ Unione Terre di Castelli e sindaco di Castelvetro di Modena, in merito alla notizia di un focolaio di Covid-19 emerso tra il personale della Polizia Locale dell’Unione Terre di Castelli: meno di una ventina di persone, tra contagiati accertati e casi sospetti, che sono stati già posti in quarantena, su un organico complessivo di 63 persone.

“Come Giunta dell’Unione Terre di Castelli seguiamo con attenzione l’evolversi del focolaio di Covid-19 verificatosi tra il personale della Polizia Locale. Al momento risultano 8 persone confermate positive al virus, un’altra decina di persone sono in quarantena in attesa dell’esito del tampone, su un organico totale di 66 unità”: spiega Fabio Franceschini.

Fabio Franceschini

La centrale della Polizia Locale dell’Unione Terre di Castelli è comunque aperta al pubblico, ed i servizi sul territorio sono garantiti, così come i presidi. Al momento si conferma solo la riduzione dell’orario dell’apertura al pubblico dello sportello del Comando di Vignola: sarà chiuso nella giornata di lunedì 25 gennaio.

“Vedremo in seguito se si renderanno necessarie ulteriori rimodulazioni dell’orario. Rinnovo il ringraziamento a tutto il personale della Polizia Locale per l’impegno che, anche in questa occasione, sta garantendo a servizio della nostra comunità. Come Giunta dell’Unione Terre di Castelli avevamo già deliberato, nell’ultima riunione di giovedì scorso, indipendentemente da quanto poi è accaduto, di procedere con uno screening generalizzato per tutto il personale della Polizia Locale. A maggior ragione, quindi, ora si potrà procedere con maggiore celerità all’operazione. Continuiamo a mantenere informata la Direzione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl dell’evolversi della situazione”: conclude il presidente dell’ Unione Terre di Castelli.