Covid, Emilia-Romagna in zona gialla. Bonaccini: Premiati i sacrifici dei cittadini

0
291

(Sesto Potere) – Bologna – 29 gennaio 2021 – “Il ministro Speranza mi ha comunicato che l’Emilia-Romagna passerà in zona gialla. Premiati gli sforzi e i sacrifici di queste settimane da parte di cittadini, attività economiche, comunità locali. Attenzione, però: continuiamo a dimostrare responsabilità, per proseguire l’azione di contrasto del contagio e difendere gli spazi che ci stiamo conquistando. Proseguiamo una battaglia che si vince insieme.” Ha dichiarato questa sera il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, appresa la conferma dell’inserimento dell’Emilia-Romagna in “zona gialla”.

In “zona gialla” – fra l’altro – è consentito circolare dalle 5 alle 22 all’interno della regione. Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5: in queste ore è possibile uscire di casa solo per motivi di lavoro, salute e comprovate necessità. Si può tornare a consumare al bar e nei ristoranti dalle 5 alle 18, dalle 18 alle 22 permesso solo asporto di cibi e bevande dai locali con cucina. La consegna a domicilio non ha limiti di orario. Resta vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5.  
Centri e parchi commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi, salvo le attività di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai.
E’ consentita l’apertura di musei e mostre dal lunedì al venerdì, nel rispetto del distanziamento e delle altre misure di prevenzione.