Covid e assistenza agli anziani, Tassinari: “Il sistema di distretto ha retto all’urto”

0
193
rosaria tassinari

(Sesto Potere) – Forlì, 31 luglio 2020 – Si è riunito ieri mattina, in modalità telematica, il Comitato di Distretto forlivese, presieduto dall’Assessore al welfare Rosaria Tassinari, per l’illustrazione del consuntivo 2019 e per fare il punto sulla situazione del 2020 a seguito dell’emergenza Coronavirus.

rosaria tassinari

“Sono 1.114 gli utenti in assistenza residenziale CRA, 105 i posti di sollievo, 100 quelli accreditati per i centri diurni, 537 gli anziani in assistenza domiciliare a cui se ne aggiungono 136 inseriti in programmi di dismissioni ospedaliere protette, 965 gli assegni di cura elargiti a nuclei famigliari svantaggiati e 180 quelli integrativi per il mantenimento di badanti in regola.” È l’Assessore Tassinari a illustrare nel dettaglio i servizi effettuati nel 2019 ad anziani non autosufficienti del distretto forlivese grazie al sistema integrativo del fondo per la non autosufficienza, che include – tra le azioni di intervento – anche i percorsi di Caregiver a domicilio.

“In questo caso – aggiunge – parliamo di 257 utenti per servizi di Caregiver, di 53 gruppi di sostegno e 426 Caffè Alzheimer il cui progetto è nato grazie a una preziosa collaborazione con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Tutti questi numeri, analizzati nella loro complessità, ci forniscono un quadro del nostro sistema socioassistenziale che sa rispondere – con gli strumenti più adeguati e i servizi più all’avanguardia – alla molteplicità delle esigenze delle nostre famiglie e a quelle dei nostri anziani. Un sistema che, è bene ribadirlo, non solo ha saputo rispondere in maniera incisiva alla domanda assistenziale del distretto, diversificando l’offerta dei servizi e garantendo elevanti standard di qualità, ma che soprattutto per prestazioni e livelli di sicurezza ha retto all’inatteso urto del Covid”.

“Tutto questo – aggiunge l’assessore – ci fan ben sperare per il prosieguo del 2020 e per la ripartenza che, anche in questo campo, è sulla buona strada. Ma ciò non significa che ci si debba accontentare e che la situazione sia tornata del tutto alla normalità. Proprio in queste settimane stiamo continuando a lavorare per intercettare quei segmenti di popolazione che ancora hanno bisogno procedendo gradualmente al ripristino di tutti i servizi assistenziali del comprensorio, molti dei quali era stati sospesi durante il Covid.”

Infine” – conclude la Tassinari – “nel corso della mattinata, abbiamo avuto modo di affrontare nel dettaglio il piano attuativo di zona 2020 per la salute e il benessere sociale del distretto, arricchitosi quest’anno di azioni di contrasto alle diseguaglianze e alla crisi economica-sociale generatasi in seguito all’epidemia da Covid 19.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here