Covid, Donini: Possibile che l’Emilia-Romagna resti in zona rossa anche dopo Pasqua

0
308

(Sesto Potere) – Bologna – 24 marzo 2021 – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 19 marzo 2021, ha firmato nuove ordinanze,  in vigore da lunedì 22 marzo, che dispongono il passaggio in area arancione per le regioni Sardegna e Molise. E’ stata prorogata anche l’ordinanza in scadenza relativa all’area rossa in Campania.

Inoltre, per effetto del Decreto Legge del 12 marzo 2021, alle Regioni in zona gialla nel periodo 15 marzo-6 aprile 2021 si applicano le stesse misure della zona arancione e, nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale (ad eccezione delle Regioni o Province autonome i cui territori si collocano in zona bianca) si applicheranno le misure stabilite per la zona rossa.

Raffaele Donini

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle regioni e province autonome, rispetto alle misure di contenimento, a partire dal 22 marzo 2021, vede in area rossa: Emilia Romagna, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Veneto; e in area arancione: tutte le altre.

Per l’Emilia-Romagna, in particolare, l’assessore regionale alle politiche per la salute Raffaele Donini, pur rilevando negli ultimi giorni una flessione dell’ indice Rt ed una diminuzione della propensione al contagio, evidenzia che l’incidenza del virus resta comunque alta ed anche i reparti ospedalieri non si sono ancora alleggeriti, facendo prefigurare che l’Emilia-Romagna potrebbe restare in zona rossa anche dopo Pasqua.

Ancora alcuni giorni prima della conferma, visto che l’ordinanza scade il prossimo 29 marzo.