Covid, Di Maio (Iv): “Obbligo vaccinale per chi lavora in strutture socio-sanitarie”

0
257

(Sesto Potere) – Forlì – 10 marzo 2021 – “Penso sia davvero arrivato il momento di stabilire un obbligo vaccinale almeno per chi lavora nelle strutture socio-sanitaria, a contatto con soggetti fragili e tra i più esposti al rischio di contagio. Vaccinarsi è un dovere morale verso se stessi e gli altri”. Lo scrive su Facebook il deputato romagnolo Marco Di Maio.

 “A Cesena un’operatrice socio assistenziale di una casa di riposo che ha rifiutato il vaccino contro il Covid-19 è risultata positiva al coronavirus e si è ammalata – scrive il parlamentare di Italia Viva -. Contagiando conseguentemente sei anziani ospiti della stessa struttura, che per fortuna al momento risultano asintomatici; tutti quanti si sono già sottoposti alla seconda dose di vaccino”.

“Le indagini epidemiologiche dell’Ausl hanno portato alla luce che la causa del focolaio sarebbe stata proprio l’operatrice che venerdì scorso si è sottoposta al tampone dopo avere manifestato i sintomi della malattia. La struttura ora è isolata e sono state interrotte le visite dei parenti all’interno della stanza degli abbracci. Gli anziani positivi sono in isolamento nelle loro stanze. Chi segue la linea no-vax non può essere a contattato come se nulla fosse con altre persone, soprattutto se soggetti fragili”: conclude Marco Di Maio.