Covid, controlli polizia Ferrara rispetto Dpcm

0
242

(Sesto Potere) – Ferrara – 16 marzo 2021 – Continuano i servizi straordinari e quotidiani di controllo del territorio disposti dal Questore di Ferrara con l’obiettivo di continuare ad assicurare e mantenere, attraverso una costante attività di prevenzione e presenza sul territorio, le condizioni di un’autentica tranquillità pubblica, riducendo la percezione di insicurezza dei cittadini.

L’attività viene svolta nelle zone più sensibili della città, dal Reparto Prevenzione Crimine di Bologna (unità operative specializzate nel controllo del territorio che rappresentano una task force di pronto intervento della Polizia di Stato, una risorsa strategica per servizi di alto impatto) e da aliquote territoriali.

Il personale della Polizia di Stato, unitamente all’unità cinofila della Polizia Municipale, svolge quotidianamente controlli all’interno delle torri del grattacielo, compresi gli scantinati, nonché lungo tutta l’area verde circostante, nell’attiguo Piazzale della Stazione e lungo le mura di via IV Novembre..

Gli Agenti intervenivano in uno stabile con diversi appartamenti, su richiesta di un condomino in quanto notava dei fili elettrici posizionati in modo precario e rischioso a ridosso del proprio contatore di energia elettrica, ipotizzando che qualcuno si fosse allacciato abusivamente . Sul posto gli operatori verificavano, con un tecnico specializzato, la manomissione del contatore tramite l’inserimento di due fili elettrici. Al fine di individuare l’appartamento che usufruiva indebitamente della fornitura, si procedeva al distacco momentaneo dell’intera linea. Al termine delle formalità di rito si provvedeva tramite il tecnico a rimettere in sicurezza il contatore, mentre l’inquilino veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per furto di energia elettrica.

Nell’orario di lockdown in via Padova veniva incrociata e fermata un’autovettura che viaggiava a velocità sostenuta. L’auto era occupata dal conducente e una passeggera che da subito si mostravano agitati e alla domanda della loro presenza in città, di notte essendo entrambi residenti nella provincia di Rovigo, non davano nessuna giustificazione. Durante il controllo gli Agenti notavano lo stato di alterazione psicofisica del conducente, desunto dai classici sintomi, quali alito vinoso, difficoltà di articolazione del linguaggio ed equilibrio precario. Sottoposto ad accertamenti tramite etilometro, il risultato delle due prove previste dal Codice della Strada, confermava lo stato di alterazione psicofisico pari a tre volte superiore il limite minimo dello 0,5 g/l.

controlli polizia ph questura di ferrara poliziadistato.it

Al termine delle formalità di rito il conducente veniva deferito all’A.G. per guida in stato di ebrezza, con sequestro amministrativo della vettura a fini della confisca e sanzionato, unitamente alla trasportata, per aver violato la normativa Anticovid relativa agli spostamenti e oltre l’orario consentito.

Veniva fermato un cittadino extracomunitario egiziano, senza aver al seguito i documenti . Dai primi accertamenti lo straniero, di anni 27 con vari pregiudizi di Polizia risultava inottemperante al provvedimento di espulsione e ordine di allontanarsi dal T.N.; pertanto veniva emesso e notificato un nuovo provvedimento di espulsione e ordine di allontanamento dal territorio nazionale e deferito all’Autorità Giudiziaria.

Nella giornata venivano altresì contravvenzionate 2 persone per aver violato a vario genere, senza giustificato motivo, le vigenti disposizioni in materia di contrasto all’emergenza epidemiologica covid-19.

Risultati complessivi dell’attività della polizia: 2 persone denunciate a p.l. , 148 persone identificate di cui 21 con precedenti di polizia, 58 veicoli controllati, 6 posti controlli, 14 esercizi commerciali controllati, 1 provvedimenti di espulsione dal T.N.., 4 sanzioni Covid ed 1 sequestro amministrativo.