Covid, Bonaccini: riequilibrio dei vaccini tra le Regioni dopo i tagli della Pfizer

0
299

(Sesto Potere) – Bologna – 21 gennaio 2021 – “Al fianco del Governo e del Commissario per tutte le azioni che si vorranno intraprendere allo scopo di tutelare il diritto alla salute dei cittadini italiani, rispetto ai tagli effettuati dall’azienda Pfizer nella distribuzione dei vaccini, che hanno colpito duramente la campagna vaccinale del nostro Paese ed in particolare alcune Regioni”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini al termine del confronto in video conferenza con il Governo rappresentato dai ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia e il commissario Domenico Arcuri.

“Il sistema sanitario reagirà nelle prossime ore grazie anche ad un accordo di solidarietà fra le Regioni, almeno per calmierare alcune sperequazioni, e puntando sulla somministrazione delle seconde dosi, ma – ha aggiunto Bonaccini

– occorre un’azione corale per tutelare nel migliore dei modi il nostro Paese per avere la quantità di vaccini che ci spetta”: ha ribadito il presidente della Regione Emilia-Romagna che riferito a Pfizer ha parlato di un comportamento “inaccettabile”.

Il Presidente della Conferenza delle Regioni ha infine comunicato che nei prossimi giorni, coni il ministro Roberto Speranza, gli amministratori incontreranno le rappresentanze dei medici di base a livello nazionale per coinvolgerli nelle vaccinazioni, in Emilia-Romagna l’assessore alle politiche per la salute Raffaele Donini ha già compiuto un primo contatto.

Intanto, sono cominciate in questi giorni in Emilia-Romagna le somministrazioni della seconda dose del vaccino agli operatori sanitari che per primi erano stati vaccinati. Nella foto qui nella pagina il dottor Vercelli del Pronto Soccorso di Piacenza, il primo vaccinato della provincia piacentina in avvio di campagna lo scorso 27 dicembre.