(Sesto Potere) – Bologna – 1 febbraio 2021 – “Vaccinazione prioritaria anche per gli agenti di Polizia Locale”: a chiederlo in una lettera aperta inviata all’assessore alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini, ed al presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, sono il coordinatore regionale P.L dell’Ugl, Davide Bisagni, e la segretaria regionale Emilia-Romagna dell’Ugl, Tullia Bevilacqua.

Alla base dell’appello la decisione del Ministero della Salute di escludere – nero su bianco nelle linee guida per il programma anti covid-19 – dalle fasce di popolazione che stanno ricevendo le dosi di vaccino in via prioritaria proprio gli agenti delle Polizie Locali

“Dobbiamo rilevare, purtroppo, che le differenze di tutele rispetto alle altre Forze di Polizia statali, rispetto allo stesso coinvolgimento operativo e al rischio connesso all’emergenza pandemica, rischiano di privare per lungo tempo i lavoratori e lavoratrici del comparto Polizie Locali di una potenziale difesa sovraesponendoli al rischio di infezione da Covid 19.”: scrivono nella lettera Davide Bisagni e Tullia Bevilacqua.

“Esclusi dal prima tranche vaccinale, eppure gli operatori delle Polizie Locali, sin dall’inizio della decretata emergenza nazionale, attraverso i vari D.P.C.M. e correlate circolari ministeriali, sono stati chiamati a svolgere paritariamente alle altre forze di Polizia statali, compiti di controllo, prevenzione ed ordine pubblico sul territorio, dunque a contatto con persone potenzialmente infettate. Dunque è necessario avviare una seria riflessione sulle categorie chiamate in prima linea ad esercitare la propria professione che devono essere conteggiate nei protocolli di vaccinazione. Risulta pertanto di fondamentale e cruciale importanza predisporre un documento che dia alla Polizia locale la certezza di un programma di vaccinazione anche per questa categoria. Da qui il nostro appello all’assessore ed al governatore regionale che per funzioni di legge dialogano col governo”: spiegano il coordinatore regionale P.L dell’Ugl e la segretaria regionale Emilia-Romagna dell’Ugl.

La tutela, le misure di prevenzione ed impiego degli operatori delle Polizie Locali, dipendono costituzionalmente dagli enti locali e dalla sensibilità politica, organizzativa e disponibilità finanziaria dei singoli sindaci e più in generale degli enti locali in questo caso, sanitario, in un’ottica regionale e statale. Dunque riteniamo opportuno che Donini e Bonaccini si attivino per valorizzare l’impegno che gli agenti delle varie Polizie Locali si sono assunti dall’inizio di questa pandemia, garantendo loro la vaccinazione in via prioritaria e cioè una concreta protezione dal Covid-19 fino ad emergenza finita”: concludono Davide Bisagni e Tullia Bevilacqua.