Covid, Barcaiuolo (FdI): Regione garantisca riapertura di parrucchieri, barbieri e centri estetici

0
263
Michele Barcaiuolo

(Sesto Potere) – Bologna – 7 aprile 2021 – La Regione Emilia-Romagna solleciti il governo nazionale affinché venga varato un protocollo di riapertura per parrucchieri, barbieri e centri estetici.  A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Michele Barcaiuolo (Fdi) che ricorda come “le attività di servizio alla persona (parrucchieri, barbieri e centri estetici) hanno, da inizio emergenza, sostenuto ingenti spese per adeguare i propri locali e dotare il personale impiegato di tutte le misure di sicurezza ed igienizzazione (come da normativa vigente): il permanere delle chiusure relative alle suddette attività sta incentivando episodi di abusivismo a domicilio noncurante del rispetto della legge e della normativa anti-contagio e i ristori promessi dall’attuale governo risultano insufficienti (come per i precedenti governi)”. 

parrucchiere

“La Regione Emilia-Romagna, con Decreto di fine marzo, ha previsto la riapertura dei servizi di cura degli animali da compagnia, si impegni pertanto a sollecitare il Governo nazionale al rispetto del 20 aprile come data per la riapertura di queste attività o, in caso di mancata collaborazione, sancisca una data di riapertura per la nostra Regione per dare respiro ad un settore che ha già visto troppe serrande abbassate definitivamente. Resto convinto che le attuali colorazioni non servano a nulla! Bisogna prevedere protocolli, anche severi, per ogni attività e permettere, a chi li rispetta, di poter lavorare!” incalza Barcaiuolo 

“Da sempre Fratelli d’Italia sostiene che il problema principale legato al contagio sia sui mezzi di trasporto pubblico e non all’interno delle attività ma, nonostante anche le indagini dei NAS abbiano riscontrato la presenza di materiale genetico riconducibile al Coronavirus su mezzi di trasporto pubblico, il Governo continua a imporre chiusure e sacrifici ad attività che, già da inizio pandemia, hanno provveduto a spese straordinarie per adeguare i propri locali e garantire le adeguate misure di protezione e sicurezza per clienti e dipendenti” chiosa Barcaiuolo