(Sesto Potere) – Imola – 24 febbraio – Nella giornata di ieri, a Imola, ignoti attivisti “no vax” hanno preso di mira la sede cittadina della Lega, in via Emilia, poco distante dalla centralissima piazza Matteotti.

“Peggio di un nemico boia nazista. Su Vax e Gp prima contradite (con errore ortografico incluso, ndr) e poi tradite”: il messaggio a caratteri cubitali e in vernice rossa scelto dagli ignoti (e ignoranti in senso letterale, ndr) vandali.

L’episodio è stato segnalato alle forze dell’ordine dai responsabili locali del Carroccio. Per le indagini saranno utilizzate le immagini di sorveglianza.

Immediata la condanna da parte del deputato romagnolo della Lega, Jacopo Morrone: “Condanno fermamente questo gesto inconsulto quanto insensato. Imbrattare la sede della Lega di Imola non serve a nulla. La Lega è l’unica forza di Governo a non sostenere la linea chiusurista e autoritaria di altri partiti politici. Noi vogliamo che sia ripristinato il ritorno alla normalità, alla libertà e ai diritti: non comprendiamo, quindi, la ragione di questo atto, prontamente denunciato all’Autorità giudiziaria, che risulta solo poco intelligente. La mia piena solidarietà a militanti, soci e simpatizzanti di Imola che, in questi anni di emergenza sanitaria, hanno continuano a lavorare sul territorio senza mai perdere di vista il bene dei loro concittadini.”

Morrone

Anche la segretaria del Pd territoriale Francesca Degli Esposti condanna gli atti vandalici alla sede della Lega.

” Esprimo – si legge in una nota – a nome del Partito Democratico di Imola ferma condanna e solidarietà alla Lega per gli atti vandalici che hanno colpito la sua sede imolese. I democratici prendono le distanze da qualsiasi atto violento e intimidatorio, che certo non ha nulla a che vedere con la storia e i valori della nostra città.”