Covid, a Forlì si guasta frigo-congelatore: 800 vaccini da buttare

0
348

(Sesto Potere) – Forlì – 16 gennaio 2021 – A causa di un guasto alla cella frigorifera, registrato nella serata tra giovedì e venerdì all’Ospedale Morgagni – Pierantoni di Forlì, sono state dichiarate inutilizzabili circa 800 dosi di vaccino Moderna, come quota parte delle 1.500 totali destinate all’Ausl Romagna, a fronte delle 7.400 dosi di vaccino consegnate a tutta l’ Emilia Romagna e arrivate in Italia negli ultimi giorni. I vaccini Moderna erano stati stoccati per la seconda fascia di persone, quella degli over 80.

Tiziano Carradori

Il frigo-congelatore era stato revisionato nei giorni scorsi, eppure giovedì alle ore 22,30 ha smesso di funzionare, il sistema d’allarme sarebbe scattato regolarmente e la centrale operativa avrebbe ricevuto il segnale. Ma, per motivi ancora da verificare, l’operatore incaricato non avrebbe colto la gravità della situazione.

Venerdì mattina, venuto alla luce il problema, 800 fiale e le varie componenti del vaccino sono state dichiarate inutilizzabili, contro altre 700 sulle 1.500 totali consegnate all’ospedale di Forlì giudicate invece “in buone condizioni” e che saranno utilizzate nei vari centri di vaccinazione della Romagna ed anche a Bologna.

La notizia dell’accaduto è stata confermata ieri sera dall’Ausl e il direttore Tiziano Carradori ha comunicato l’avvio di un’ indagine interna per capire l’esatta dinamica degli avvenimenti e accertare le responsabilità che potrebbero portare ad elevare sanzioni e provvedimenti disciplinari verso chi si è macchiato di queste gravi violazioni delle procedure.

Questa mattina i militari dell’arma dei Carabinieri del Nas di Bologna, assieme ai colleghi della Sezione Operativa della Compagnia di Forlì, hanno messo sotto sequestro il frigo-congelatore che custodito all’interno dei locali della farmacia ospedaliera del Morgagni – Pierantoni conteneva ancora le 800 dosi di siero deperite in seguito all’incidente. 
Da parte sua, la Procura della Repubblica di Forlì, titolare del fascicolo la sostituto procuratore Federica Messina, ha aperto un fascicolo sulla vicenda.