(Sesto Potere) – Roma – 31 dicembre 2021 – Per l’avanzare dei contagi più di sei italiani su dieci (63%) nel nuovo anno saranno in zona gialla per un totale di 37 milioni di persone soggette alle limitazioni previste.

E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti su dati Istat in riferimento agli effetti del cambio di colore da lunedì 3 gennaio 2022 per Lombardia, Piemonte, Lazio e Sicilia che si vanno ad aggiungere in zona gialla a Liguria, Marche, Veneto, Calabria, Friuli Venezia Giulia e alle province autonome di Trento e Bolzano.

Sono gli effetti del brusco balzo dei contagi determinato dall’avanzare della variante Omicron che sta mettendo sotto pressione le strutture sanitarie ed alimentando preoccupazioni tra i cittadini.

Una situazione che – continua la Coldiretti – ha avuto un pesante impatto sui comportamenti degli italiani a partire dalle feste di fine anno con ben l’83% degli italiani che ha scelto di trascorrere il capodanno in casa e il crollo delle vacanze estive.

Il risultato è che ristoranti e agriturismi chiuderanno il 2021 con una perdita di almeno 20 miliardi rispetto a prima della pandemia con un impatto negativo a cascata sulle forniture alimentari di aziende agricole e alimentari: conclude la Coldiretti.