(Sesto Potere) – Bologna – 18 giugno – Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 487.168 casi di positività, 2.451 in più rispetto a ierisu un totale di 39.218 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6,2%.

L’assessorato regionale alle Politiche per la salute ha inoltrato una richiesta alla Struttura commissariale per l’Emergenza per ottenere la disponibilità di 120 unità di personale militare in ausilio, per tracciamento e vaccinazioni. Per ora, la disponibilità confermata dalla struttura guidata dal Commissario Figliuolo è per due unità destinate alla ASL Romagna, tre a Imola e tre a Bologna.
La Regione ribadisce, comunque, che dai primi di gennaio sarà rafforzata, per quanto necessario, la rete dei sanitari che, nell’ambito delle azioni di contrasto alla pandemia da Covid-19, saranno impegnati a seguire la catena dei possibili contagi.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid; questa settimana sono iniziate le somministrazioni per la fascia 5-11 anni. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente da fine dicembre 2020 ad oggi  7.992.940 dosi; sul totale sono 3.586.398 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 999.388.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.087 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 633 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 700 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39,1 anni.

Sui 1.087 asintomatici, 481 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 20 con lo screening sierologico, 136 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 438 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 531 nuovi casi; seguono Reggio Emilia (388), Modena (305) e Rimini (217). Quindi Ravenna (213), Parma (200), Ferrara (150), Cesena (144) e Forlì (126). Poi Piacenza (101) e infine, il Circondario Imolese (76).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 23.851 tamponi molecolari, per un totale di 6.982.963. A questi si aggiungono anche 15.367 test antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 651 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 433.210. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 39.967 (+1.785). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 38.874 (+1.783), il 97,2% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 15 decessi: due a Modena (due uomini di 74 e 75 anni), quattro a Bologna (un uomo di 74 anni e tre donne di 72, 85 e 87 anni), quattro a Ferrara (due donne di 82 e 87 anni e due uomini di 75 e 85 anni), due in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 70 anni residente nel cesenate e un uomo di 87 anni residente nel forlivese) e due in provincia di Rimini (un uomo di 75 e una donna di 80 anni); infine un decesso, registrato dall’Ausl di Bologna, riguarda un uomo di 79 anni residente fuori regione. Nessun decesso nelle provincie di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Ravenna.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.991.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 107 (+5), 986 (-3) quelli negli altri reparti Covid.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 5 a Parma (invariato); 12 a Reggio Emilia (+1); 10 a Modena (+1); 26 a Bologna (+1); 6 a Imola (+1); 11 a Ferrara (+1); 17 a Ravenna (invariato); 1 a Forlì (-2); 2 a Cesena (invariato); 16 a Rimini (+2).