Covid: +20% incassi ristorazione con passaggio in zona bianca

0
713

(Sesto Potere) – Roma – 14 giugno 2021 – Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza, in vigore da oggi, che dispone il passaggio in zona bianca delle Regioni: Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e Provincia Autonoma di Trento, che si vanno ad aggiungere ad: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria e Veneto.

Il passaggio in zona bianca di due terzi degli italiani, oltre 40 milioni di persone, significa un incremento del fatturato nel sistema della ristorazione pari a circa il 20%, i cui effetti si fanno sentire a cascata l’intero sistema agroalimentare con ben oltre un milione di chili di vino e cibi invenduti dall’inizio della pandemia a causa delle limitazioni.

E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che con il nuovo cambio di colore salgono a circa 250mila i bar, le pizzerie, i ristoranti e agriturismi situati nelle regioni in zona bianca dove salta il coprifuoco e si allungano le tavolate con un significativo incremento dell’ospitalità e degli incassi, dopo un anno particolarmente difficile.

L’anticipo di una settimana della fine del coprifuoco con l’arrivo della bella stagione e la ripresa del turismo, è un cambiamento importante che – sottolinea la Coldiretti – consente l’aumento del tempo per le consumazioni al tavolo e in alcuni casi anche la possibilità di piu’ turni.

Ora l’appuntamento atteso è con il 21 giugno che sancisce l’abbandono del coprifuoco in tutta la Penisola particolarmente importante per i 24mila agriturismi che sono situati nelle aree rurali lontani dalle città e quindi raggiungibili in tempi più lunghi dagli ospiti provenienti dai centri urbani: conclude la Coldiretti.